“Ibrahimovic, tutto è possibile”: la promessa fa sognare i tifosi

Il futuro di Ibrahimovic potrebbe essere ancora al Milan, come confermato da Gazidis. L’ad rossonero ha parlato a 360 gradi della stagione della squadra di Pioli, svelando qualche retroscena

Milan Ibrahimovic Gazidis
Milan Ibrahimovic Gazidis

Il Milan sabato sarà impegnato contro lo Spezia, dove cercherà i tre punti per rimanere in vetta alla Serie A. I rossoneri si godono il primato con 49 punti, due in più dell’Inter che insegue. Gli uomini di Stefano Pioli stanno facendo un grande percorso in Italia e in Europa, come confermato anche da Gazidis.

L’ad del club di via Aldo Rossi ha fatto il punto della situazione, raggiunto dai microfoni di Sky. Queste le sue parole: “Ho lavorato il MLS, in Premier League ed ora in Serie A. Qui serve una visione totale del calcio, dentro e fuori dal campo. Il Milan è sulla strada giusta, in questo momento è come vivere un sogno. Sono innamorato di Pioli: è un tecnico semplice, ma profondo. Ha dimostrato con i fatti di essere un grande allenatore, nonostante era arrivato in un momento difficile. Il primo posto è merito di tutti: di Pioli, Maldini, Massara e di Ibrahimovic. E’ la somma di tante storie”.

Leggi anche – Milan, Calhanoglu futuro ancora in bilico: il nodo

Milan, Gazidis parla del legame con Maldini

Gazidis Milan Maldini
Gazidis Milan Maldini

MALDINI – “All’inizio avevamo visioni di calcio differente, ma ora siamo in sinergia. Per me rappresenta la storia del club, ma io lo scelsi perché vedo in lui qualcosa di speciale. Spero rimanga al Milan per lungo tempo”.

RETROSCENA RAGNICK – “Dopo aver perso il derby contro l’Inter un anno fa, capimmo che Pioli era la scelta giusta. Da lì potevamo ripartire e lui è stato fondamentale nell’aprire un ciclo con tanti giovani. Era comunque sempre a conoscenza della situazione relativa a Ragnick, ma lui si è concentrato solo sul lavoro e non sulle voci”.

IBRAHIMOVIC – “Se Ibra resta? Tutto è possibile, perché no. Per lui questa è una sfida romantica, sente emozioni a far parte di questo club. Guida un gruppo di giovani calciatori, è un leader”.

DONNARUMMA E CALHANOGLU “Sono grandi giocatori e vogliamo che restino qui. Faremo di tutto, anche se rispetteremo le decisioni dei giocatori. Ma la nostra volontà è questa”.

SU ELLIOT – “Ha una visione di un grande Milan, sempre più in alto. Vuole vedere la squadra in un nuovo stadio, che sarà il più bello del mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *