Napoli-Juventus, ex bianconero torna sul rigore: il durissimo attacco

Napoli-Juventus è andata agli archivi con la vittoria degli azzurri per 1-0. Decisiva la rete di Lorenzo Insigne su calcio di rigore, un episodio che ha fatto infuriare un ex bianconero 

Napoli-Juventus polemiche
Napoli-Juventus polemiche

Il Napoli ha vendicato la sconfitta in Supercoppa Italiana battendo per 1-0 la Juventus nel big match andato in programma ieri allo stadio Maradona. Gli azzurri sono riusciti a strappare 3 punti pesantissimi, scacciando la pesante crisi, grazie al gol su calcio di rigore di Lorenzo Insigne. Il capitano dei partenopei, dopo tre errori dal dischetto contro i bianconeri è riuscito finalmente a sbloccarsi, realizzando anche il centesimo gol con la sua squadra del cuore.

Il tiro dal dischetto è stato assegnato alla mezz’ora, grazie all’ausilio del VAR. Punita una manata di Chiellini in faccia a Rrahmani sugli sviluppi di un calcio di punizione. Inizialmente l’arbitro Doveri non aveva segnalato il tiro dal dischetto, salvo poi essere richiamato al monitor, cambiando così la sua decisione e ammonendo Chiellini per l’intervento falloso.

Leggi anche -> Serie A, highlights Napoli-Juventus: gol e sintesi partita – Video

Napoli-Juventus, l’ex Ravanelli infuriato: il commento sul rigore

Napoli-Juventus Ravanelli rigore
Napoli-Juventus Ravanelli rigore

L’episodio è stato seguito da alcune polemiche, su tutte quella di Andrea Pirlo. L’allenatore della Juventus a fine partita ha infatti dichiarato: “Abbiamo perso per un fallo dubbio. Se l’avessero fischiato a nostro favore si sarebbe scatenato di tutto”. Un diverso trattamento secondo il tecnico bianconero, che non ha affatto condiviso la scelta del direttore di gara e soprattutto dei responsabili al VAR.

Chi ha aspramente contestato la decisione è stato Fabrizio Ravanelli. L’ex attaccante della Juve dal 1992 al 1996, ha parlato ai microfoni di Jtv. Sul rigore ha attaccato duramente l’arbitro, dichiarando: “Ai miei tempi non l’avrebbero mai dato. Ma non solo a noi, ma a nessun’altra squadra al mondo”. Poi ha aggiunto: Chiellini era davanti a Rrahmani e aprendo le braccia lo ha colpito. E’ stato un movimento che non ha impedito nulla, quel pallone non l’avrebbe mai preso”. Infine ha concluso: “E’ un fallo inventato dall’arbitro e dal VAR. La decisione ormai resterà questa e per Pirlo bisognerà rapidamente voltare pagina, concentrandosi sulla sfida con il Porto in Champions League di mercoledì prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *