Insigne, niente rinnovo: l’agente spaventa i tifosi del Napoli

Lorenzo Insigne non ha ancora rinnovato il suo contratto con il Napoli e le recenti dichiarazioni dell’agente allarmano i tifosi partenopei 

Insigne, niente rinnovo: l'agente spaventa i tifosi del Napoli
Insigne, niente rinnovo: l’agente spaventa i tifosi del Napoli

Il Napoli non attraversa un periodo facile. Tra infortuni e sconfitte, il morale è a pezzi e il clima è teso. Gattuso rischia l’esonero e anche il futuro di diversi giocatori presenti in rosa non è più così stabile, in primis quello del capitano Lorenzo Insigne. L’attaccante partenopeo è il giocatore più colpito dal momento di difficoltà della sua squadra, nonché anche uno dei più bersagliati da una parte della tifoseria proprio per le sue origini.

Il suo contratto è in scadenza nell’estate del 2022, ma al momento il rinnovo appare molto lontano. A giugno prossimo l’esterno sinistro del Napoli compirà 30 anni e sarà la sua ultima possibilità di accasarsi ad un altro club di elevata caratura. Ad allarmare i sostenitori azzurri è stato l’agente di Insigne, Vincenzo Pisacane, intervenuto per i microfoni di Canale 21.

Leggi anche -> Atalanta-Napoli, Gattuso non parla: la decisione della società

Insigne, futuro in bilico: le dichiarazioni dell’agente

Napoli Insigne agente
Napoli Insigne agente

Visto il momento estremamente delicato, il procuratore del giocatore ha preferito evitare discorsi relativi al rinnovo: “Non è opportuno. Sarebbe controproducente per Lorenzo e per il Napoli. Dobbiamo prima finire il campionato e concentrarci sugli obiettivi sportivi fino al termine della stagione”. Poi ha aggiunto: “Il contratto scade nel 2022 quindi non c’è fretta. Fosse stato nel 2021 allora ci saremmo preoccupati di più”.

Infine sulla possibilità di chiudere la carriera in maglia azzurra, Pisacane ha concluso: “Chiedetelo a sua moglie. Io non ho mai dormito con Lorenzo e non so cosa sogni. Una chiusura brusca ad un possibile legame a vita con il Napoli. Solamente il futuro potrà sciogliere ogni dubbio, ma prima i partenopei dovranno reagire, ritornando a vincere e a divertire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *