Atalanta-Napoli, Osimhen batte la testa: via in ambulanza, il comunicato

Osimhen viene trasportato fuori dal campo in ambulanza nel finale di Atalanta-Napoli

Atalanta-Napoli, Osimhen batte la testa: via in ambulanza, le condizioni
Atalanta-Napoli, Osimhen batte la testa: via in ambulanza, le condizioni

Paura per Victor Osimhen. L’attaccante nigeriano del Napoli è caduto male dopo un contrasto con Romero nei minuti finali della partita persa in casa dell’Atalanta. Ricadendo, l’attaccante ha battuto la testa sul terreno di gioco perdendo i sensi.

L’attaccante è stato immediatamente soccorso, i medici sono entrati in campo con l’ossigeno . Anche gli avversari, come Goosens o lo stesso Romero, sono evidentemente colpiti dalle conseguenze del contrasto. 

Portato in barella fuori dallo stadio, raccontano i colleghi di Sky Sport, Osimhen ha ripreso i sensi solo una volta in ambulanza all’esterno dell’impianto. L’attaccante è stato trasferito per accertamenti all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

I medici hanno riscontrato un trauma cranico e hanno immediatamente sottoposto il centravanti del Napoli ad esami che fortunatamente hanno dato esito negativo.

Il club in un comunicato fa sapere che Osimhen resterà a Bergamo fino a domani sotto l’osservazione clinica del responsabile sanitario cella società Raffaele Canonico.

Leggi anche – Serie A, highlights Atalanta-Napoli: gol e sintesi partita – Video

Osimhen, annata no

Atalanta-Napoli, Osimhen perde i sensi: le condizioni dell'attaccante
Atalanta-Napoli, Osimhen perde i sensi: le condizioni dell’attaccante

Non è certo una stagione facile per il grande colpo del mercato estivo del Napoli, risultato positivo ai controlli per il Covid-19, ed è stato anche accusato di essere stato lui a portare una variante africana: teoria smentita però dai medici dell’ospedale della città.

Osimhen ha avuto diversi problemi fisici e non è certo riuscito a fare la differenza come Gattuso avrebbe sperato in questo campionato.

Per questo, ha anche litigato con suo fratello che aveva attaccato i suoi compagni di squadra. “Il Napoli non gioca per Osimhen” aveva detto.

Amo il Napoli, il club, il mio allenatore e la mia squadra. Amo soprattutto i miei compagni di squadra – ha risposto -. Nessuno è il mio portavoce o altro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *