Real Madrid, duro attacco a Perez: lo sfogo di un campione

James Rodriguez lancia una frecciatina pungente al suo ex presidente e spiega il motivo per cui ha alla fine scelto l’Everton e non una squadra che era tra le sue preferite.

Real Madrid, frecciata di James Rodriguez a Perez (Getty Images)
Real Madrid, frecciata di James Rodriguez a Perez (Getty Images)

Tra James Rodriguez ed il Real Madrid è stata una storia di amore e odio. Arrivato per volere di Florentino Perez ma non di Carlo Ancelotti, che aveva richiesto altri giocatori, il colombiano è riuscito a dimostrare solo a sprazzi il suo valore tecnico. Un andamento così altalenante che l’ha portato prima al Bayern Monaco e poi all’Everton. Un costante cambio di maglia che non ha sempre sortito gli effetti sperati.

Nel mezzo c’era un allenatore, Zidane, che aveva deciso di non puntare più su di lui. Una scelta, che ha spinto il colombiano a cambiare fino ad arrivare ad un passo dal passaggio ad uno degli acerrimi rivali dei Blancos. Un passaggio bloccato e che al 29enne colombiano non è mai andato giù, al punto da lanciare delle frecciatine belle pesanti a Florentino Perez a distanza di molti mesi.

Leggi anche – James Rodriguez rivela: “Perché Ancelotti mi ha dato fiducia e Zidane no”

James Rodriguez, attacco a Perez: “Non mi ha lasciato partire”

Attacco a Perez, James Rodriguez contro il Patron madridista (Getty Images)
Attacco a Perez, James Rodriguez contro il Patron madridista (Getty Images)

“Avevo già un accordo con l’Atletico Madrid – ha spiegato James Rodriguez – ci stavo pensando già da quando stavo lasciando il Bayern Monaco. Avevo parlato persino con il “Cholo” Simeone che mi ha detto quanto fossi importante per lui, bisognerebbe chiedere a Florentino Perez perché non mi ha lasciato partire”. Parole al vetriolo quelle dell’attaccante nei confronti del Patron madridista. Il centravanti poi parla del presente all’Everton e della rinascita che sta vivendo alla corte di Carlo Ancelotti – ex allenatore di Napoli, Bayern e Real Madrid – in Premier League.

“Non nascondo che sono venuto qui per Carlo, ora sto trovando continuità. Gli sarò per sempre grato, grazie a lui ho trovato l’atteggiamento migliore. Anche quando era al Real per me è stato un bene. Lo stesso in Germania con il Bayern. Devo dire che qui in Premier mi diverto molto e apprezzo tantissimo come sta lavorando il club, ha concluso James Rodriguez ai microfoni di AS. Un uomo nuovo che, però, non dimentica il passato. Talvolta burrascoso.