Cristiano Ronaldo, i record al Manchester United: perché batte George Best

Cristiano Ronaldo è stato uno dei più ammirati eredi di George Best al Manchester United, e ha battuto anche un suo storico record che durava da quarant’anni

Cristiano Ronaldo, i record al Manchester United: perché batte George Best
Cristiano Ronaldo, i record al Manchester United: perché batte George Best

“Diversi giocatori sono stati descritti come nuovi George Best, ma è la prima volta che questo suona come un complimento per me”. La leggenda del Manchester United parlò così, nel 2003, del diciottenne Cristiano Ronaldo.

Erano i suoi primi mesi al Manchester United, dove era arrivato nell’estate di quell’anno per oltre 12 milioni di sterline. In quel momento è il primo portoghese nella rosa dei Red Devils e il teenager costato di più nella storia del calcio.

Non vorrebbe indossare la maglia numero 7, quella di Best ma anche di Bryan Robson, Éric Cantona e, fino alla stagione precedente, David Beckham. E’ Alex Ferguson a convincerlo: sette sarà il numero di Cristiano Ronaldo, futuro campione brand.

La prima stagione è buona, non straordinaria. Segna il primo gol con la maglia dei Red Devils su calcio di punizione, contro il Portsmouth il 1º novembre 2003. Curiosamente sarà su punizione anche l’ultimo, in un derby di Manchester. Realizza anche il primo gol nel 3-0 al Millwall in finale di Coppa d’Inghilterra, il suo primo trofeo inglese.

Il secondo lo alza nel 2005: è la Coppa di Lega, che il Manchester United vince battendo in finale 4-0 il Wigan. Il terzo gol è di Cristiano Ronaldo.

Il 2006-07 è la stagione della svolta, anche se il battibecco ai Mondiali di Germania con Wayne Rooney gli mette i tifosi contro. Cristiano Ronaldo viene sistematicamente fischiato, ma per la prima volta segna più di 20 gol in una singola stagione e conquista per la prima volta la Premier League.

Merito anche di René Meulensteen, che gli insegna ad essere più imprevedibile e a lavorare più per la squadra. Il suo stile perde qualche ricamo, qualche concessione all’estetica, ma diventa letale sotto porta. E’ tutto pronto perché Cristiano Ronaldo entri nella storia del Manchester United.

Leggi anche – Calciomercato Juventus, Cristiano Ronaldo cambia idea sul futuro – FOTO

Cristiano Ronaldo batte il record di George Best al Manchester United

Cristiano Ronaldo in azione al Manchester United
Cristiano Ronaldo al Manchester United ha battuto il record di George Best

Il 19 marzo del 2008 è un giorno storico per Cristiano Ronaldo. La doppietta al Bolton diventa memorabile, leggendaria. Dopo quarant’anni, cade il record George Best, che nel 1968 aveva segnato 33 gol tra campionato e coppe. CR7 fa meglio. Chiude la stagione con 31 reti in Premier League e otto in Champions.

Trionfa in entrambe le competizioni, segnando anche il gol del vantaggio del Manchester United nella prima finale tutta inglese di Champions League contro il Chelsea. I red Devils vinceranno ai rigori grazie alla scivolata di John Terry. Cristiano Ronaldo aveva sbagliato il suo penalty, ma fa comunque festa. A fine stagione ottiene anche la Scarpa d’Oro.

Chiude la sua esperienza al Manchester United alla fine del campionato 2008-09, dopo aver vinto anche il Mondiale per club. Ha segnato 118 gol in 292 partite.

Leggi anche – Cristiano Ronaldo e la visita in Ferrari: cosa ha fatto a Maranello – VIDEO

CR7 potrebbe tornare al Manchester United, le ultime

Secondo le ultime indiscrezioni raccolte dal quotidiano spagnolo, Cristiano Ronaldo potrebbe tornare al Manchester United. Dodici anni dopo la partenza per Madrid, dunque, la storia potrebbe riprendere.

Sarebbe stato direttamente il tecnico Ole-Gunnar Solskjaer a chiamare Cristiano Ronaldo per spiegargli il suo progetto per il futuro della squadra. Se la Juventus non dovesse centrare la qualificazione in Champions League, il passaggio si potrebbe concretizzare già la prossima estate.

In ogni caso, sostiene AS, Cristiano Ronaldo sogna di concludere la carriera dove tutto è cominciato, allo Sporting Lisbona.