Napoli, calciatore muore durante una partita: la tragica vicenda

Napoli, una gara di calcetto per ricordare il fratello morto è risultato fatale al 29enne partenopeo. 

Napoli
Napoli, tragedia durante una partitaù

Ricordare un fratello che è morto non è mai una cosa semplice. Onorarlo e ricordarlo organizzando una partita di calcetto, è un gesto che fa comprendere quanto i due potessero essere legati. Morire però durante la stessa partita e dire addio alla propria famiglia, è un qualcosa di straziante.

E’ ciò che è successo ieri sera a Poggiomarino, una città in provincia di Napoli. Un ragazzo di 29 anni muore durante una partita di calcetto con amici, organizzata per ricordare il fratello morto per un incidente. Attimi di panico, sgomento per quanto accaduto e terrore per aver perso l’ennesimo figlio.

Leggi anche: Italia, gli Autogol in ritiro con gli azzurri: lo sketch | FOTO

Napoli, calciatore morto durante una partita

Napoli
Tragedia su un campo di calcetto

La tragica vicenda è avvenuta ieri sera a Poggiomarino, in provincia di Napoli. Il 29enne campano G.P., si è accasciato a terra a causa di un malore durante una partita di calcetto. Il giovane stava partecipando al torneo che è tradizionalmente dedicato a giovani atleti scomparsi e quest’anno toccava ricordare suo fratello. Sul posto sono giunti subito i carabinieri e il 118 che ne hanno constatato il decesso per arresto cardiaco.

Al momento, la salma è sotto sequestro ed è stata portata nell’obitorio di Castellammare di Stabia per l’esame autoptico, come disposto dall’autorità giudiziaria. Solo con l’esito di questo esame si potrà sapere realmente come G.P. sia deceduto durante la partita e quali sono state le cause che hanno scatenato il malore.

Dunque, ennesima tragedia nel mondo del calcio amatoriale. Una vicenda che potrebbe aprire nuovi dibattiti sulla presenza o meno nei centri sportivi del famoso defibrillatore. Un importante problema spesso discusso ma mai realmente risolto.