Pagelle Spagna Svezia: i vagoni svedesi respingono Koke e Jordi Alba

In un pareggio blindatissimo che vede la Spagna cozzare contro una difesa a oltranza della Svezia, arriva anche il primo pareggio a reti bianche di questo Euro 2020 con voti modesti nelle nostre pagelle

LIVE Spagna-Svezia
Ekdal e Morata in Spagna-Svezia (Getty Images)

Da una parte la Spagna dei fini palleggiatori che fa del possesso palla il proprio credo. Dall’altra una Svezia che sembra l’Italia anni ’70: quanto più chiusa possibile, quasi rinunciataria. Da una parte la qualità non paga, dall’altra la Svezia rinuncia a qualsiasi volontà offensiva pur di non correre rischi. Partita dove anche i pochi episodi di una certa importanza non aiutano a sbloccare il risultato.

Spagna – Svezia, le Pagelle

Simon – Inoperoso, rischia solo in due occasioni quando la Svezia si presenta in area. Ma non deve intervenire. Voto 6

M. Llorente – Decisivo nell’unica vera palla gol svedese del primo tempo. Vederlo sganciarsi è sempre bello. Voto 6.

Torres – Soffre molto l’imprevedibilità di Isak dal quale si lascia puntare rischiando grossissimo. Voto 5.5

Laporte – Un vaso di ferro. Non necessariamente bello e nemmeno elegante: ma quando lo reggi… pesa. Risolve la pratica Isak con le maniere forti ed è l’unico che non lo soffre.  Voto 7

Jordi Alba – Non è un caso che la Spagna spinga molto sul suo lato, trovandolo sempre pronto a partire e accentrarsi. Si appesantisce un po’ nel secondo tempo. Voto 6.5

Koke – Parte molto bene e ha anche un paio di ottime opportunità che non sfrutta. Di fatto va a soffrire la gran folla che si crea nella tre quarti avversaria, ma è uno dei pochi che ci prova guardando avanti e non a lato. Voto 6.5

Rodri – Ha un bel passo, uno splendido tocco, ma alla fine la sua girandola di passaggi sembra non portare mai da nessuna parte. Voto 5.5

65’ Thiago Alcantara – Entra a dare qualche idea più pratica in un centrocampo che fa tanto possesso ma che concretizza poco. Si prende molte responsabilità. Voto 6.5

Pedri – Vale un po’ lo stesso discorso fatto per Rodri: tanta qualità nel possesso palla e nell’interdizione. Ma alla fine incide pochissimo. Voto 5.5

Torres – Dà l’impressione di poter fare la differenza sempre e comunque, quando vuole. Ma gli mancano delle vere occasioni anche quando cerca di crearsele da solo. Voto 6

73’ Oranzabal – Contro una difesa che finisce per difendersi a sette c’è davvero poco da fare. Voto 6

Alvaro Morata Si mangia un gol davvero allucinante. Pur giocando una gara generosa, per quanto inconcludente. Voto 5

65’ Sarabia – Lui e Thiago Alcantara provano a sviluppare in verticale tutto quello che si spalma sulla difesa avversaria. Tanti scatti, bei movimenti. Non basta. Voto 6

Olmo – Bel giocatore, elegante e sinuoso: che in mezzo ai monumentali difensori svedesi non riesce mai a sfruttare le sue qualità di velocità d’esecuzione. Voto 5.5  

73’ Gerard Moreno – Si tuffa nella mischia con generosità cercando di buttarla sul fisico e sull’agonismo. Coraggioso. Ma non smuove la difesa avversaria. Voto 5.5

LEGGI ANCHE > EURO 2020, highlights Spagna-Svezia: gol e sintesi partita – VIDEO

LEGGI ANCHE > EURO 2020, highlights Spagna-Svezia: gol e sintesi partita – VIDEO

EURO 2020 Morata Spagna Fischi
Alvaro Morata si dispera dopo il gol fallito contro la Svezia a EURO 2020 (Getty Images)

SVEZIA

Olsen – Due interventi davvero decisivi e una sensazione complessiva di grande affidabilità. Voto 7

Lustig – Ha mezzi fisici importante e una discreta qualità quando prova a imporsi sulla fascia ma lo fa con moltissima cautela. Voto 6

74’ Grafth – Molta meno spinta di Lustig, non si sgancerebbe nemmeno se rimanesse da solo sul campo. Voto 6

Lindelof – Lento, macchinoso nelle ripartenze, si prende troppi rischi che contro avversari tecnici non può davvero permettersi. Voto 5.5

Danielson – Domina la scena dall’alto di un colpo di testa irraggiungibile. Quando tenta di alzarsi per cercare l’anticipo ha un paio di colpi a vuoto. Voto 6

Augustinsson – Di fatto rinuncia a qualsiasi proiezione offensiva andando anzi a coprire al centro intruppando una difesa già affollatissima. Voto 6Larsson – Un lusso in una squadra ordinata e metodica, uno dei pochi che potrebbe giocarsela alla pari con i palleggiatori spagnoli. Gli tocca fare l’operaio. Voto 6

Olsson – Molto spirito di sacrificio in una partita dove chiude e rintuzza dall’inizio alla fine. Voto 6.5

83’ Cajuste  – SV

Ekdal – Ogni volta che prova a ripartire si trova solo ad aspettare rinforzi. Dopo un po’ ci rinuncia. Voto 6

Forsberg – Anche per lui, partita di costante e continuo contenimento, sempre con la testa rivolta indietro. Voto 6

83’ Bengtsson – SV

Berg – Si trova costretto a coprire e le sue qualità di possesso passa non si vedono mai. Si sbrana un gol allucinante davanti alla porta. Voto 5.5

67’ Quaison – Il suo ingresso conferma l’intenzione del tecnico svedese di fare una pila di difensori sui 16 metri… Voto 5.5

Isak – Costretti a giocare isolatissimo in una squadra quasi totalmente concentrata a difendersi. Riesce a rendersi pericoloso. Voto 6.5

67’ Claesson – In teoria dovrebbe dare il cambio a Isak e tenere la squadra alta. Va a fare il quinto centrocampista. Voto 5.5