Rinnovo Kessie, l’annuncio di Maldini: il retroscena che piace ai tifosi del Milan

Paolo Maldini affronta il tema del rinnovo di Kessie: il retroscena con l’agente del calciatore raccontato dal dirigente del Milan.

Franck Kessie
Franck Kessie (GettyImages)

E’ in fase di stallo la trattativa tra il Milan e Franck Kessie per il rinnovo del contratto. Il calciatore è in scadenza e senza un accordo potrebbe legarsi già da febbraio con un nuovo club a parametro zero. Zero rimpianti per il club rossonero che ha già perso Donnarumma a costo zero lo scorso giugno e non vorrà trattenere giocatori scontenti o pretenziosi.

Stando alle ultime notizie diffuse da Tuttosport, il centrocampista chiederebbe un aumento salariale pari a 6,5-7 milioni di euro più bonus. Troppo per la dirigenza rossonera che vorrebbe arrivare con l’inserimento dei bonus fino a 6,5 milioni. Insomma, bisognerà limare richiesta e offerta e sarà un lavoro lungo, ma c’è ancora tempo secondo quanto raccontato da Paolo Maldini. L’ex difensore ha svelato un curioso retroscena con l’agente del calciatore ivoriano e ha chiarito un aspetto della trattativa.

Leggi anche >>> Donnarumma in panchina al PSG, Pagliuca incredulo: “Navas è…”

Rinnovo Kessie, Maldini: “Trattiamo da oltre un anno, c’è tempo”

Maldini attuale dirigente del Milan (Getty)

A pochi minuti dall’inizio del big match Juventus-Milan, non mancano le domande di calciomercato al direttore dell’area tecnica rossonera. Ai microfoni di DAZN Paolo Maldini ha affrontato la questione del rinnovo di Franck Kessie, argomento caldo che preoccupa i tifosi: “Ne stiamo parlando con l’agente da un anno e mezzo. Abbiamo avuto molti incontri e ne avremo tanti altri“.

Dunque, Maldini fa capire che la società non ha alcuna fretta a rinnovare il contratto del giocatore. C’è ancora tempo e ci saranno nuove riunioni tra le parti prossimamente. Inoltre, il direttore dell’area tecnica del Milan ha ripetuto un mantra del club degli ultimi anni: “Restano solo quelli che vogliono rimanere“. Dunque, la palla passa tra i piedi di Kessie: toccherà lui decidere se abbassare le pretese o alzare un muro e lasciare i colori rossoneri.