Antonio Conte si commuove: “E’ stato terribile, una grande sofferenza per tutti”

L’allenatore del Tottenham si commuove in conferenza stampa: le parole piene di emozione di Antonio Conte, il motivo. 

Il tecnico italiano ha ribaltato le sorti degli Spurs. Il Tottenham sembrava praticamente spacciato ad inizio stagione, lontano da posizioni nobili della classifica di Premier League. E ora, invece, la squadra di Antonio Conte si sta giocando la qualificazione in Champions League.

Antonio Conte
Antonio Conte, allenatore del Tottenham (LaPresse)

L’ex mister dell’Inter ha riportato gioia e passione nella tifoseria londinese, con il club pronto a fare lo sgambetto ad Arsenal e Manchester United. Per raggiungere tale obiettivo, il Tottenham non dovrà fallire il prossimo match, che arriva dopo la debacle interna contro il Brighton.

La squadra di Antonio Conte dovrà vedersela contro il Brentford, non una formazione qualsiasi per l’allenatore italiano. I biancorossi hanno ingaggiato a stagione in corso Christian Eriksen, calciatore trasferitosi da Londra a Milano proprio per volontà dell’ex mister dell’Inter.

Antonio Conte su Eriksen: “Felice di rivederlo. E’ stato tremendo per tutti…”

Christian Eriksen
Christian Eriksen, centrocampista del Brentford (LaPresse)

L’allenatore del Tottenham ha rilasciato alcune parole in conferenza stampa per il match contro il Brentford, durante il quale rincontrerà il suo vecchio centrocampista. Antonio Conte, visibilmente emozionato, ha parlato di Christian Eriksen: “Prima di tutto, sono veramente felice di rivederlo giocare a pallone perché non dobbiamo dimenticare quel Giugno terribile – riferendosi a Danimarca-Finlandia, quando Christian ebbe l’arresto cardiaco in campo – Quelle immagini sono state orrende per tutti. Abbiamo sofferto per lui, per la sua famiglia“.

Poi, Conte ha proseguito: “Stiamo parlando di un grande calciatore e soprattutto una grande persona, un grande uomo. Auguro a lui e alla sua famiglia il meglio per il presente e per il futuro. Sarà un piacere rivederlo sabato“.

Infine, l’ex allenatore dell’Inter si è lasciato andare ad una riflessione commovente: “Eriksen sta vivendo una grande opportunità per sé e per la sua famiglia, perché ora può tornare a vivere una vita normale. Il calcio è vita“.