Cluj, tutto sugli avversari della Lazio in Europa League: tattiche, rosa e curiosità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:13

La Lazio raggiunge le 200 presenze nelle competizioni Uefa. All’esordio stagionale in Europa League, Simone Inzaghi, il capocannoniere all time dei biancocelesti nelle coppe, affronta il Cluj di quel Dan Petrescu che l’Italia l’ha conosciuta da giocatore con Foggia e Genoa.

Europa League, il Cluj sfida la Lazio
Europa League, il Cluj sfida la Lazio

Cluj: come è arrivato in Europa League

Il Cluj, campione di Romania per il secondo anno consecutivo, il quinto complessivo, hanno iniziato il percorso europeo in questa stagione nei preliminari di Champions League. Il Cluj ha eliminato il Maccabi Tel Aviv e il Celtic, con un memorabile 4-3 al ritorno in Scozia, ma la sconfitta contro lo Slavia Praga ha spinto la squadra per la seconda volta nei gironi di Europa League. La prima, nel 2009-10, si è chiusa con una vittoria e cinque sconfitte.

I numeri del Cluj in Europa

Il Cluj ha perso cinque delle ultime sette partite in casa in Europa League, preliminari compresi. Ha vinto solo tre delle ultime dieci gare interne in Europa. Non ha mai incontrato la Lazio, che giocherà la 65ma partita in Europa League (dalla fase a gironi alla finale), ma ha battuto la Roma all’Olimpico nel settembre 2008 nella prima partita in Champions League nella storia del club. Finì 2-1 con doppietta di Juan Culio, ancora nella rosa di Petrescu. Perderà il ritorno, poi raccoglierà un pareggio e una sconfitta contro i giallorossi due anni dopo. Due sconfitte il bilancio contro l’Inter in Europa League nel 2012-13. In Romania, la Lazio ha ottenuto una vittoria, un pareggio e una sconfitta.

Cluj, l’allenatore: Dan Petrescu

Dan Petrescu, sesto giocatore con più presenze nella storia della nazionale rumena (95 partite), dopo le esperienze in Italia ha vissuto cinque stagioni al Chelsea, vincendo tre trofei. Da allenatore, ha portato l’Unirea Urziceni alla vittoria nel campionato rumeno 2008-09, e si è ripetuto nelle ultime due stagioni, anche se l’anno scorso è rientrato sulla panchina del Cluj solo a marzo dopo una parentesi in Cina.

Come gioca il Cluj

Il Cluj, nato come Club Sportivo dei Ferrovieri di Kolozsvár, guida la classifica del campionato con 20 punti in nove partite. Il 5-0 al Voluntari dell’ex difensore della Lazio Cristiano Bergodi ha rinforzato il ruolo di miglior attacco del torneo (25 gol, a fronte di 18 expected goals, segno di un’efficienza realizzativa migliore delle aspettative).

Il Cluj, seconda miglior difesa del campionato (8 gol subiti) gioca un calcio diretto: dalle statistiche raccolte sulla piattaforma Wyscout, emerge come “i Ferrovieri” siano terzultimi per possesso palla (46.5%) ma quarti per tiri e primi per tocchi in area (195). Il Cluj concede comunque 11.14 tiri agli avversari in media ogni 90 minuti. Difende cercando di chiudere le linee di passaggio, è penultima dietro solo alla Dinamo Bucarest per duelli difensivi tentati.

Petrescu alterna 4-3-3 e 4-1-4-1, che comportano variazioni minime. La mappa dei passaggi delle ultime partite fa emergere una squadra dalla linea alta, che tende ad addensarsi su una delle due fasce e tiene più bassi terzino e ala sul lato debole. Nelle ultime gare in campionato, l’attacco su muove prevalentemente sul fronte di centro-sinistra con il capoverdiano Michael Pereira particolarmente coinvolto nella manovra.

Cluj, i giocatori chiave

Si è fermato però Tucudean, attaccante decisivo contro il Celtic. Capocannoniere del campionato rumeno nella scorsa stagione e punto di riferimento della squadra, soffre da tempo di problemi cardiaci. Già costretto a due operazioni in passato, non ci sarà contro la Lazio per l’insorgere di nuovi problemi che potrebbero anche fargli chiudere in anticipo la carriera.

L’attacco è sicuramente il reparto migliore del Cluj, che qui vanta i suoi giocatori chiave. Il miglior realizzatore finora è Alexandre Paun, ma possono incidere il francese Omrani e Lacina Traoré, rientrato al Cluj dove già aveva giocato nel 2008. Da allora, è passato per il Monaco, l’Everton, l’Ujpest e vinto la Coppa d’Africa 2015 con la Costa d’Avorio.

LEGGI ANCHE – CLUJ-LAZIO, SIMONE INZAGHI: “A FERRARA BUTTATI TRE PUNTI. IMMOBILE INDISPONIBILE”