Inter, Moratti rimpiange Icardi. Lukaku? “Deve ambientarsi”

Massimo Moratti
Inter, Moratti rimpiange Icardi. Lukaku? “Deve ambientarsi”

Per i tifosi dell’Inter resta sempre lui “Il presidente”. Massimo Moratti è l’icona di quella squadra vincente in Europa e nel mondo. Anche l’ex patron ha seguito il big match contro la Juventus. Deluso per la sconfitta, Moratti ha parlato ai microfoni di RadioUno per commentare la gara di San siro: “Bellissimo il primo tempo, più noioso il secondo. Poi l’Inter è calata un po’”, la rapida disamina di Moratti. “Inter da scudetto? Bisogna avere continuità. Da tifoso dell’Inter mi auguro che la Juve ne abbia di meno. La squadra di Conte ha qualità per puntare allo scudetto, ma la Juventus è forte”.

Moratti: “All’Inter Icardi sarebbe servito. Lukaku in Premier era più aggressivo”

Higuain ha vinto la sfida con Lukaku: “Il belga si deve ancora adattare al calcio italiano, ha caratteristiche diverse da Higuain, non farei un paragone. Però in Inghilterra mi sembrava più aggressivo”. Moratti fa i complimenti all’arbitro: “Bravo Rocchi a far giocare”. Su Conte: “Anche io la sensazione che con lui si possa aprire un ciclo, ha forza e carattere. Barella e Sensi mi piacciono, hanno cambiato la squadra. Forse serviranno altri acquisti in futuro”. Si continua a parlare di Icardi: “Non so cosa sia successo di preciso, voglio evitare di giudicare. Però posso dire che dal punto di vista calcistico sarebbe stato utile”. Infine un passaggio sul Milan e il probabile cambio di allenatore: “Spalletti o Ranieri? Sono affezionato a entrambi. Spalletti l’avrei ingaggiato anche io, Ranieri si è comportato da gran signore. Spalletti faceva giocare molto bene la Roma e vorrà rifarsi di una situazione non facile vissuta all’Inter”.

Romelu Lukaku
Romelu Lukaku non convincente in Inter-Juventus

Leggi anche – Higuain, stessa porta e stesso gol all’Inter. La foto impazza sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *