Turchia, la Uefa indaga sul saluto militare: “Sembra una provocazione”

Turchia

La Nazionale turca finisce sotto inchiesta. Il saluto militare, mostrato dai giocatori, dopo il gol decisivo e la vittoria contro l’Albania ha fatto molto scalpore. Il gesto infatti può essere ricollegato a temi bellici, a sostegno delle forze armate turche che stanno attaccando la Siria del Nord. L’episodio non è passato inosservato, soprattutto alla Uefa che ha aperto un procedimento nei loro confronti.

La Turchia rischia grosso per il saluto militare

A riguardo è intervenuto il capo ufficio stampa dell’Uefa Philip Townsend, che ha così commentato l’esultanza dopo il gol di Tosun: “Personalmente non ho visto quel gesto, che comunque potrebbe sembrare una provocazione. Il regolamento vieta riferimenti politici e anche religiosi? Sì, e posso garantire che esamineremo questa situazione. Fatemi controllare”, queste le parole riportate sull’ANSA.

Il caso era già scoppiato prima della partita di venerdì contro l’Albania, quando Demiral e Under avevano acceso l’incendio. I due giocatori di Juventus e Roma infatti, tramite il loro profilo Instagram, hanno postato delle foto provocatorie, sempre in posa da militare. A questo punto la vicenda rischia di danneggiare l’immagine sportiva della Turchia, per altro in testa al Gruppo H insieme alla Francia, che sfiderà il prossimo lunedì. Le polemiche non sono finite, si attendono comunicati ufficiali dalla Uefa.

Leggi anche – Italia-Grecia 2-0, azzurri qualificati agli Europei 2020 con i gol di Jorginho e Bernardeschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *