Inzaghi su Lazio Atalanta: “I due rigori sono sacrosanti. Partita divertente, non per me e Gasperini”

Lazio-Atalanta Inzaghi

La Lazio trova un punto d’oro all’Olimpico contro l’Atalanta, pomeriggio ricco di gol all’Olimpico. I biancocelesti chiudono la prima frazione di gioco sotto di tre gol ad opera degli uomini di Gasperini, lezione di calcio inaspettata per i biancocelesti. Nell’intervallo si cambia marcia e i ragazzi di Inzaghi mettono a posto una partita complicata: doppietta di Immobile e Correa. Due rigori per la Lazio e qualche polemica. Inzaghi riparte da questo pari riacciuffato in extremis.

Dopo questa partita si può dire che non è vero che non abbiate carattere…

“Penso che in quattro anni si è visto che la squadra ha carattere. Primo tempo siamo stati dominati, secondo tempo tantissime azioni e siamo venuti fuori prendendo qualche rischio. Risultato giusto fra due squadre che in questi anni stanno facendo grandi cose. Certo dobbiamo lavorare di più”.

Lazio-Atalanta, parola a Inzaghi: “Due grandi squadre. I rigori c’erano entrambi”

Cosa non è andato nel primo tempo?

“Primo tempo va dato merito all’avversario. Dovevamo avere la stessa aggressività del primo, loro ti avvolgono e sono scomodi da fronteggiare. Ci hanno accerchiato e abbiamo pagato qualche disattenzione di troppo”.

Gasperini ha detto che i due rigori per la Lazio non c’erano…

“Penso che i due rigori siano stati netti. Gasperini lo stimo, ma i rigori non sono in discussione. l’Atalanta ha fatto un grande primo tempo, la Lazio meglio nel secondo. La gente si è divertita, io e lui un po’ meno, diciamo”.

Immobile ritrovato, ha fatto anche mea culpa: adesso è una squadra al top?

“Io penso che sia giusto che Immobile si sia preso delle responsabilità come io l’ho fatto quando abbiamo passato un periodo buio. Col rientro dei nazionali abbiamo preparato la partita con più aggressività e giocatori di qualità a disposizione. Ci mettiamo sempre il massimo”.

Sì, ma Immobile fa la differenza: i suoi numeri attualmente sono impressionanti…

“I numeri di Immobile sono straordinari. Lui è un trascinatore, ma i nostri attaccanti ci danno tantissimo e fanno tutti insieme la differenza. Oggi è successo e li ringraziamo. È importantissimo Ciro, ma anche gli altri sono fondamentali per noi”.

Leggi anche –> Lazio-Atalanta, Gasperini tuona: “Primo rigore ridicolo, penalizzati come in Coppa Italia”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *