Celtic-Lazio, ufficiale: la Uefa apre provvedimenti disciplinari per cori e saluti romani a Glasgow

Lazio, saluti romani dei tifosi: tensione a Glasgow

La Uefa ha ufficialmente aperto tre provvedimenti disciplinari in merito alla partita tra Celtic e Lazio, svolta a Glasgow lo scorso 24 ottobre e valida per la terza giornata della fase a gironi di Europa League.

Una forte tensione e numerosi richiami alla politica, hanno caratterizzato l’atmosfera intorno al match sin dal primo pomeriggio. Anche al termine della sfida, non sono mancati gli scontri che hanno portato anche a degli arresti.

Tifosi del Celtic, striscione delle Brigate verdi
Tifosi del Celtic, striscione delle Brigate Verdi

La Uefa indaga per i saluti romani durante Celtic-Lazio

L’ente calcistico europeo ha avviato tre procedimenti disciplinari e, all’interno di una nota, ha specificato che ne sono stati aperti 2 a carico del club scozzese. Il primo per gli striscioni esposti all’interno dello stadio, uno tra tutti quello con la scritta “Brigate Verdi”, mentre il secondo per i cori intonati durante il match dai supporters del Bhoys.

Il provvedimento a carico della Lazio è stato aperto sempre per canti illeciti, con ulteriori indagini che saranno avviate in merito ai saluti romani apparsi nel pre partita di Glasgow. La commissione disciplinare dell’Uefa deciderà su questi casi nella riunione del 21 novembre.

Leggi anche -> Celtic-Lazio, rissa dopo gara, tre arresti. Uno è un tifoso biancoceleste. Bhoys a rischio sanzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *