Ancelotti su Napoli-Atalanta: “Attacco alla serietà e professionalità mia e della società, pareggio immeritato”

Ancelotti nel post partita contro l'Atalanta
Ancelotti nel post partita contro l’Atalanta (Getty Images)

Napoli e Atalanta, al San Paolo, aprono il turno infrasettimanale (dopo la partita dell’Inter di ieri al Rigamonti) della 10a giornata di Serie A. Questo confronto è diventato interessante, date le note ambizioni europee di entrambe le squadre. Napoli più avvezzo a certi palcoscenici e a certe situazioni di classifica, l’Atalanta la Champions League l’ha trovata quest’anno dopo l’inarrestabile cavalcata della passata stagione. La Dea di Gasperini è ripartita da lì e, ora, alle posizioni di vertice della Serie A comincia ad abituarcisi per gioco e caratteristiche. Il match è terminato in pareggio, 2-2, le compagini hanno lottato vicendevolmente. Napoli aveva messo la testa avanti per due volte, è stato sempre ripreso. Ilicic firma il pari definitivo, tra polemiche ed episodi controversi. Ancelotti espulso nel finale per proteste. Il suo commento a fine gara:

Che ne pensa degli episodi a fine gara? Era rigore?

“Avete il dubbio voi? Qui c’è un chiaro disinteresse del giocatore della visione della palla, è andato direttamente sull’uomo. Oramai siamo arbitrati dal VAR, finito il discorso. Kjaer si disinteressa del cross e va su Llorente. Giacomelli mi ha buttato fuori solo perchè io gli ho detto: “Ma non hai dubbi sulla decisione”, e mi ha fatto fuori”.

A prescindere da questo, che partita è stata?

“La squadra ha giocato bene, partita completa. Meritavamo un risultato diverso ma dobbiamo andare avanti. Mi sento attaccato a livello professionale. Sono molto amareggiato e preferirei parlare il meno possibile”.

Napoli-Atalanta, Ancelotti: “Vorrei parlare e discutere il meno possibile, sono molto amareggiato”

Tecnicamente ha visto un buon Napoli?

“Sì, abbiamo giocato bene. Grande sacrificio da Zielinski a Fabian Ruiz. Ottimo lavoro nella metà campo avversaria. Buon controllo partita nella seconda parte di match, li abbiamo fatti giocare il meno possibile”.

C’è stato un momento in cui ha davvero temuto di perdere Milik?

“Giocatore giovane che dopo il problema fisico ha recuperato con continuità, adesso sta segnando con merito per riprendere positivamente da dove aveva interrotto. Molta fiducia in lui. Senza dubbio. Non ho temuto di perderlo”.

Leggi anche –> Serie A, highlights Napoli-Atalanta: video gol e azioni del match

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *