Balotelli sui cori razzisti di Verona: “Vergognatevi, chi nega non è un uomo”

Le ‘persone’ di questa curva che hanno fatto il verso della scimmia si devono vergognare. Chi nega si deve vergognare"

Nel match tra Verona e Brescia, disputatosi quest’oggi allo stadio Marc’Antonio Bengodi, si è verificato l’ennesimo episodio razzista. Al 10 minuto del secondo tempo, infatti, i tifosi dell’Hellas hanno insultato Mario Balotelli con diversi cori e ‘buu’ razzisti. Il giocatore del Brescia non è rimasto indifferente a queste provocazioni del pubblico scaligero e, stizzito, ha calciato il pallone verso la curva. Dopo la reazione, Balotelli sembrava intenzionato ad abbondare il terreno di gioco ma sia i compagni, che i giocatori del Verona glielo hanno impedito.

Balotelli: “Le ‘persone’ che hanno fatto il verso della scimmia si devono vergognare”

Dopo questo sgradevole episodio diversi sono stati i messaggi di solidarietà rivolti all’attaccante del Brescia. Tra questi anche il suo procuratore, Mino Raiola, che su Twitter ha scritto: “Siamo con Mario. Siamo contro tutte le forme di razzismo. Razzisti ignoranti”. In serata, lo stesso Balotelli ha deciso di rispondere a coloro che lo hanno insultato durante il match, attraverso una story su Instagram: “Le ‘persone’ di questa curva che hanno fatto il verso della scimmia si devono vergognare. Chi nega si deve vergognare”. Con un post, poi, Balotelli ha ringraziato tutti coloro che lo hanno sostenuto dopo l’accaduto: “Grazie a tutti i colleghi in campo e non per la solidarietà avuta nei miei confronti e a tutti i messaggi ricevuti da voi tifosi. Grazie di cuore. Avete dimostrato di essere veri uomini non come chi nega l’evidenza”.

Leggi anche -> Balotelli, il video dei buu razzisti a Verona postato sui social

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *