Cori Balotelli, gli ispettori a Verona hanno sentito tutto e scritto nel referto

Balotelli i buu razzisti di Verona nel referto degli ispettori
Balotelli i buu razzisti di Verona nel referto degli ispettori

Hanno sentito come i giocatori in campo e come chi era sugli spalti di fianco a chi faceva i buu razzisti nei confronti di Mario Balotelli. Secondo quanto scrive questa mattina la Gazzetta dello Sport, gli ispettori nel loro referto avrebbero scritto di come gli insulti all’attaccante ci sarebbero stati, sarebbero stati una quindicina, altri componenti della curva del Verona avrebbero invece applaudito Balotelli.

Il Regolamento

Adesso bisogna attendere gli scenari delle indagini. Il Regolamento in questi casi per la discriminazione territoriale prevede ammende e approfondimento di indagini come già successo in passato per altri calciatori di colore del nostro campionato, tipo i casi riferiti agli insulti a Moise Kean quando giocava nella Juventus. Il Verona deve stare attento.

Nell’articolo di riferimento del Codice di Giustizia Sportiva c’è infatti scritto di come esista la responsabilità oggettiva del club in caso di cori, grida o ogni altra manifestazione che sia espressione di discriminazione per dimensione e percezione del fenomeno. Ovvero visto che i cori sono stati pochi e la risonanza dell’accaduto non tale da avere una percezione forte dell’accaduto, il club allenato da Juric, che ha detto di non aver sentito nessun coro razzista, potrebbe non comportare la squalifica del Bentegodi.

Codice di Giustizia Sportiva - Atti discriminatori - parte 1
Codice di Giustizia Sportiva – Atti discriminatori – parte 1

Poi c’è il lato umano e quello di una realtà evidente da combattere. Undici giornate di campionato contraddistinte da numerosi episodi di razzismo negli stadi come ieri al Bentegodi di Verona. Che sia stato uno solo, dieci cretini o quindici non importa. Solo un cretino razzista rappresenta un problema per il quale non bisogna voltarsi dall’altra parte o far finta che non si successo nulla.

Codice di Giustizia Sportiva - Atti discriminatori - parte 2
Codice di Giustizia Sportiva – Atti discriminatori – parte 2

LEGGI ANCHE – Balotelli sui cori razzisti di Verona: “Vergognatevi, chi nega non è un uomo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *