Ammutinamento Napoli, comunicato del club: “Tuteleremo i nostri interessi. Domani allenamento a porte aperte”

koulibaly
Caos Napoli, ammutinamento dei calciatori contro il ritiro: le ultime

Incredibile quello che è accaduto ieri al San Paolo al termine di Napoli-Salisburgo, gara per il quarto turno di Champions League, finita col risultato di 1-1. Carlo Ancelotti non si è presentato ai giornalisti, lasciando lo stadio. La società non ha fornito alcuna spiegazione a questo improvviso silenzio stampa, esponendosi all’ira dell’Uefa che non tollera queste cose.

I calciatori del Napoli si ribellano e annullano il ritiro: Ancelotti furioso

Successivamente si è appreso che i calciatori hanno deciso autonomamente di interrompere il ritiro imposto dal presidente De Laurentiis, che doveva durare fino a sabato. Una vera e propria ribellione, con i giocatori che hanno deciso di tornare nelle rispettive case. Da qui la reazione di Carlo Ancelotti, che si sarebbe rifiutato di parlare alla stampa perché arrabbiato e deluso dal comportamento dei calciatori. L’allenatore non aveva intenzione di parlare perché avrebbe dovuto dare spiegazioni in merito a una scelta che lo vedeva contrario. Ancelotti, infatti, si sarebbe opposto con forza a questo ammutinamento, cercando una mediazione. Secondo Repubblica e Gazzetta dello Sport a capo di questa rivolta ci sarebbero i senatori, tra questi Allan, Insigne, Callejon, Mertens e Koulibaly. Ancelotti ha rispettato il ritiro rientrando a Castelvolturno assieme al suo staff e a quello dei medici. De Laurentiis, invece, aveva lasciato lo stadio subito dopo la partita, dopo aver salutato Lozano.

Carlo Ancelotti convinto della scelta su Insigne
L’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti

Ammutinamento Napoli, ma l’allenamento ci sarà: le ultime

Dal calcio Napoli non è arrivato ancora alcun comunicato: silenzio assoluto. L’ufficio stampa del club azzurro ieri al San Paolo aveva annunciato che Ancelotti avrebbe parlato solo con le tv, ma non è stato così. E’ stato poi confermato l’allenamento a porte aperte, riservato agli abbonati, domani al San Paolo. Eppure la situazione sembra esplosiva: questa mattina è previsto l’allenamento di scarico. Sarà diretto da Carlo Ancelotti ed è prevista la presenza di tutti i calciatori. Naturalmente, quanto accaduto ieri non può passare inosservato e si attendono sviluppi. De Laurentiis è stato informato dell’accaduto, ma al momento non sarebbe ancora intervenuto. Una situazione paradossale e potenzialmente esplosiva, da seguire con attenzione nelle prossime ore. Seguiranno aggiornamenti.

AGGIORNAMENTO DELLE 10,45

Alla spicciolata, i calciatori del Napoli stanno arrivando in sede per l’allenamento di questa mattina. Apparentemente clima come quello di ogni giorno. E’ arrivato anche il ds Cristiano Giuntoli. Carlo Ancelotti e il suo staff sono già in sede, avendo passato la notte a Castelvolturno rispettando il ritiro imposto dalla società, ma che i calciatori hanno disertato con un vero e proprio ammutinamento.

AGGIORNAMENTO DELLE 12

I calciatori del Napoli sono arrivati a Castelvolturno e sono in campo per l’allenamento. Intanto il presidente De Laurentiis è a Napoli e valuta cosa fare. Si ipotizza una multa per tutti i calciatori della rosa, ma si tratta solo di ipotesi. Intanto, dopo l’allenamento e il pranzo i calciatori torneranno a casa: quindi il ritiro sospeso ieri per decisione autonoma dei calciatori sembra definitivamente annullato. Si attende, intanto, una presa di posizione ufficiale della società. Il ritiro non proseguirà, quindi i calciatori torneranno a casa dopo l’allenamento.

AGGIORNAMENTO DELLE 13,12

Finito l’allenamento, i calciatori del Napoli sono tornati a casa con le rispettive auto. Confermata, quindi, la fine del ritiro. Come riporta Sky le camere dell’albergo adiacente la sede sono state disdette: atto amministrativo della società, ma ad ora non c’è alcuna posizione ufficiale, quindi non si può parlare di decisione ufficiale. Intanto, Ancelotti è rimasto in sede a Castelvolturno, mentre De Laurentiis è in un albergo sul lungomare della città. Si attendono sviluppi e non si esclude un incontro tra presidente e allenatore.

AGGIORNAMENTO DELLE 14,55

La Società Sportiva Calcio Napoli ha emesso un comunicato in relazione a quanto accaduto in queste ore: “La Società comunica che, con riferimento ai comportamenti posti in essere dai calciatori della propria prima squadra nella serata di ieri, martedì 5 novembre 2019, procederà a tutelare i propri diritti economici, patrimoniali, di immagine e disciplinari in ogni competente sede. Si precisa inoltre di aver affidato la responsabilità decisionale in ordine alla effettuazione di giornate di ritiro da parte della prima squadra all’allenatore della stessa Carlo Ancelotti. Infine comunica di aver determinato il silenzio stampa fino a data da definire”.

AGGIORNAMENTO DELLE 16:15

La SSC Napoli ha pubblicato un ulteriore comunicato sul proprio sito ufficiale: “Il Napoli premia la tua passione e ti permette di stare accanto ai campioni azzurri anche durante la settimana. One City, One Club, One Passion uniti da una fede che non conosce confini. Vieni al San Paolo ad assistere gratuitamente all’allenamento della squadra e regalati un giorno speciale all’insegna dell’azzurro più esclusivo. Domani, 7 novembre, alle ore 15:30 la prima Squadra della SSC Napoli svolgerà una seduta di allenamento allo stadio San Paolo di Napoli. Il Club è lieto di invitare tutti gli abbonati della stagione sportiva 2019.20 ad assistere a questo evento molto atteso.  Solo ed esclusivamente coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento, per la stagione sportiva in corso, avranno la possibilità di accedere all’impianto, nel settore Distinti, per la visione dell’allenamento, esibendo la propria fidelity card, il segnaposto dell’abbonamento e un documento d’identità”.

Seguiranno altri aggiornamenti

Leggi anche – Ancelotti diserta conferenza post-Salisburgo. Il Napoli rischia sanzioni dall’Uefa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *