Ciro immobile inarrestabile: stessi gol di un anno fa…con sei mesi di anticipo

Immobile segna gli stessi gol di un anno fa con sei mesi di anticipo
Immobile segna gli stessi gol di un anno fa con sei mesi di anticipo

Non ci è dato sapere come Immobile se la cavi a pesca, ce lo dirà forse Diletta Leotta che l’ha intervistato sul Lago di Vico, ma sicuramente è un tipo che con la rete trova spesso familiarità. Come dimostra questa stagione, vero e proprio stato di grazia per l’ex Pescara che qualche anno fa scelse il club di Lotito per rilanciarsi e i numeri gli stanno dando ragione.

15 gol – gli stessi della passata stagione – in 13 partite che tradotto vuol dire essere in vantaggio (proprio come la sua Lazio contro il Sassuolo) di sei mesi. Un anticipo che ha spiazzato tutti, in primis Immobile stesso che ora può viaggiare a vele spiegate in classifica marcatori. A segno anche contro gli emiliani per altri tre punti importanti in casa Lazio: “Spero che batta Pastore, voterò lui nella classifica per il gol dell’anno”, se lo coccola mister Inzaghi dopo qualche frizione passata.

Immobile sempre più capocannoniere: 15 gol in 13 partite, nel mirino Beppe Signori

I trascorsi ormai non contano: anzi servono soltanto come punto di riferimento per far meglio di prima. Immobile, che ha già raggiunto l’obiettivo delle cento reti complessive con la maglia della Lazio, aggancia un altro simbolo biancoceleste: Tommaso Rocchi, 82 gol in Serie A in nove anni di militanza laziale. Ora nel mirino c’è Signori, altra leggenda del calcio non solo laziale, a quota 107. Possibile che Ciro – come lo chiamano i tifosi – lo raggiunga il prossimo anno. Subito dopo potrebbe provare ad eguagliare Silvio Piola arrivato a 143 reti. Niente è impossibile dato che Immobile, per la felicità dei supporters biancocelesti, sembra voler rimanere alla Lazio ancora per parecchio tempo.

Leggi anche –> Bambino Gesù: Mancini, Immobile, Acerbi e Florenzi presenti all’evento benefico