Caso Balotelli, Cellino replica: ” Non mi devo discolpare di una cosa alla quale non credo. Chiarire? Farei più danni”

Cellino si difende dalle accuse di razzismo dopo la battuta infelice su Balotelli
Cellino si difende dalle accuse di razzismo dopo la battuta infelice su Balotelli

“Non mi devo mica discolpare di una cosa alla quale non credo. La cosa tragica sapete qual e’? E’ che non sapete piu’ che caz.. scrivere”. Massimo Cellino si difende con forza dalle accuse di razzismo, piovutegli addosso da qualche ora, da quando oggi, all’assemblea di Lega della Serie A, ha pronunciato una battuta, infelice e uscita male, sul momento di Mario Balotelli, seguita all’ultima lite con l’allenatore Fabio Grosso. 

Prima il comunicato del Brescia poi la replica di Cellino

“Cosa volete che vi dico su di lui? E’ nero, sta lavorando per schiarirsi, ma è in difficoltà” aveva detto nel pomeriggio il presidente delle Rondinelle. Sicuramente una battuta ma si poteva evitare di questi tempi. Una volta rotto il vaso c’è la corsa a rimettere insieme i cocci, le parole di Cellino finiscono in rete, di li il vespaio dei social. Così poco dopo la replica del Brescia in una nota. Non basta il patron dei lombardi prima di lasciare la lega Calcio, stuzzicato ancora sulla questione Balotelli dice: “Mi danno del razzista? Se scrivete tutte le cazzate che dico, non smettete più di scrivere. Io non mi devo mica discolpare di una cosa alla quale non credo. Se chiarisco faccio ancora più danni. Le persone per bene mi conoscono, basta questo” conclude Cellino.

LEGGI ANCHE – Cori a Balotelli, il Verona vince il ricorso: revocata la squalifica del settore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *