Ibrahimovic, Ancelotti lo vuole all’Everton. Tutti i dubbi del club inglese. La situazione

Ancelotti chiama Ibrahimovic all'Everton
Ancelotti chiama Ibrahimovic all’Everton

È durato meno del previsto l’allontanamento dai campi di calcio di Carlo Ancelotti, esonerato recentemente dal Napoli che ha preso il suo amico fraterno Gattuso a fare da traghettatore, l’allenatore di Reggiolo ha trovato nel giro di breve l’accordo con l’Everton: 50 milioni di sterline per quattro anni e mezzo di contratto.

L’approdo di Ancelotti in Premier League, debutto con l’Everton che – salvo clamorosi stravolgimenti – dovrebbe avvenire il giorno di Santo Stefano contro il Burnley, potrebbe aprire nuovi scenari di mercato. Infatti rimane calda la pista Zlatan Ibrahimovic, fra il giocatore ed il tecnico c’è un ottimo rapporto, particolare che durante la permanenza in Serie A aveva fatto sperare anche i tifosi del Napoli, per questo lo svedese (liberatosi dai Galaxy e in cerca di una nuova sistemazione) potrebbe valutare l’ipotesi di raggiungere il tecnico in Inghilterra.

Ibrahimovic all’Everton, il club vuole garanzie sullo stato di forma del campione

Il campione ha già una trattativa in piedi con i rossoneri del Milan che, però, stenta a decollare anche per la distanza economica fra le parti. Aspetto quello legato al compenso che fa vacillare anche il club inglese: lo svedese sarebbe, in un certo qual modo, il regalo di benvenuto da fare ad Ancelotti ma resta da capire (secondo loro) se l’attaccante – vista l’età e la mancanza di allenamenti continui – sia ancora in condizione di giocare a livelli competitivi oppure no. Una cifra che vacilla fra i sei e gli otto milioni di euro come stipendio, a fronte di tutti questi dubbi, rimane un po’ troppo. Persino per un club che avendo preso Ancelotti vuole tornare ad essere competitivo.

Leggi anche –> Ancelotti, fatta con l’Everton: lunedì la firma. Cifre e durata del contratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *