Lukaku, il belga vince anche da imprenditore

Lukaku, valore aggiunto anche in finanza
Lukaku, valore aggiunto anche in finanza

Stato di grazia per il belga Romelu Lukaku, l’attaccante dell’Inter sta vivendo una stagione entusiasmante in nerazzurro: dopo l’ultimo periodo alquanto opaco all’Old Trafford, il numero nove ha reagito nel migliore dei modi in Italia. Messo al centro del progetto tecnico interista da Conte, il centravanti sta dando i frutti sperati: suo anche il poker nel derby contro il Milan, tanto è bastato per farlo esplodere sui social. “C’è un nuovo re in città”, ha scritto su Instagram.

Lukaku, a segno anche in Borsa: la sua società chiude in attivo

Forse non si riferiva soltanto al calcio. Il bomber belga, infatti, non se la cava male neanche come imprenditore. Lukaku possiede, oltre al senso del gol, quello per gli affari. Così detiene il 75% di una società di diritti d’immagine basata a Londra, che prende il nome di Universal Image Rights Uk. Secondo gli ultimi dati di Milano Finanza, l’impresa in questione ha concluso l’annata precedente con circa 640mila sterline di utile, più o meno 760mila euro.

I profitti sono in netta crescita rispetto all’esercizio precedente, quasi 100mila euro in più. Sorride Lukaku, anche la Borsa è dalla sua parte. Il successo, stavolta, non era così scontato. La finanza non si gestisce entro un rettangolo verde, così l’attaccante si è circondato di altre tre persone fidate da annoverare nel progetto: Gary Brothers, Steve Bartlett e Alain Goblet. Una bella impennata, dunque, nelle finanze del fuoriclasse che oggi non fa altro che raccogliere quanto di buono ha seminato finora. Questo, in effetti, è molto più incline alla sua filosofia di vita. Dare-avere, proprio come nel calcio: anche stavolta il belga è andato a rete.

Leggi anche –> Junior Cally giocherà con il Fiumicino: il rapper diventa calciatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *