Sensi, gli infortuni in stagione e le partite saltate con l’Inter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:10
Sensi, gli infortuni in stagione e le partite saltate con l’Inter
Sensi, gli infortuni in stagione e le partite saltate con l’Inter

Sta diventando una corsa a ostacoli la stagione di Stefano Sensi all’Inter. Il centrocampista nerazzurro ha sofferto un’infrazione allo scafoide nella semifinale di Coppa Italia contro il Napoli e dovrà saltare il big match di domenica sera contro la Lazio.

Il calvario inizia all’andata contro la Juve

L’ex centrocampista del Sassuolo ha già mancato 12 partite per infortunio quest’anno. La serie è cominciata il 6 ottobre, quando ha riportato un’elongazione agli adduttori della coscia destra. Questo il verdetto degli esami a cui si è sottoposto all’Istituto Humanitas di Rozzano dopo essere dovuto uscire al 34′ contro la Juventus. Sensi, non convocato a quel punto dal ct della Nazionale Roberto Mancini per le sfide di qualificazione europea contro Grecia e Liechtenstein, è rientrato più tardi di quanto inizialmente previsto, giocando 22 minuti in Champions League a Dortmund il 5 novembre, nella gara persa in rimonta contro il Borussia.

Adduttore, ricaduta contro il Borussia Dortmund

Il problema all’adduttore, però, si riaffaccia e gli impedisce di giocare. Il muscolo continua a fargli male perciò, riporta lo staff medico dell’Inter, all’inizio di dicembre si sottopone a una visita specialistica per tentare di comprenderne le ragioni e tracciare un eventuale percorso di rientro, per evitare di incorrere in una seconda ricaduta.

Sensi ritorna in campo solo prima di Natale, il 21 dicembre contro il Genoa. Resta in campo 17 minuti, poi ne aggiunge 19 contro il Napoli, 71 contro l’Atalanta, 82 contro Lecce e Cagliari.

Il polpaccio gli fa saltare Inter-Fiorentina

Il 29 gennaio salta il quarto di finale di Coppa Italia contro la Fiorentina per un lieve risentimento muscolare al polpaccio sinistro, e a giudicare dal post su Instagram della sua fidanzata non sarebbe nemmeno l’unico problema. “Anche con la febbre e l’influenza noi ci siamo!” scrive nella storia.

Ora il nuovo stop, il quarto di una stagione difficile, che potrebbe convincere Conte ad accelerare la promozione di Christian Eriksen tra i titolari nel suo 3-5-2, già a partire dallo scontro diretto per lo scudetto contro la Lazio di Simone Inzaghi.

Leggi anche – Inter, Sensi ancora infortunato, Juventus a rischio. Le condizioni e i tempi di recupero