Lotito, caso Zarate: il video del servizio de “Le Iene”, le accuse

Il Presidente Lotito è finito nelle grinfie de “Le Iene” in merito alla vicenda Zarate. Secondo il procuratore di Mauro Zarate, Luis Ruzzi, il patron della Lazio avrebbe commesso alcune irregolarità. 

Lotito vittima de "Le Iene" (Getty Images)
Lotito vittima de “Le Iene” (Getty Images)

Claudio Lotito, Presidente della Lazio, è rimasto vittima de “Le Iene”. Il noto programma di Italia Uno ha raggiunto il patron biancoceleste per una vicenda che ha a che fare con l’ex calciatore laziale Mauro Zarate. Le accuse sono relative agli eccessivi costi di transazione per portare il giocatore in Italia: il primo a puntare il dito su questa vicissitudine fu Paolo Di Canio qualche tempo fa.

Lotito nel mirino de “Le Iene”: la vicenda nel dettaglio

Lotito nelle grinfie de "Le Iene" (Getty Images)
Lotito nelle grinfie de “Le Iene” (Getty Images)

“Le Iene” ripercorrono l’excursus della vicenda: le alzate di testa del Presidente laziale, animi accesi con diversi interlocutori. Il calciatore è costato 37 milioni, Paolo Di Canio parla di 15 milioni di intermediazione. Cifra eccessiva secondo l’ex calciatore. Lotito ha minacciato denunce per danni e calunnie. Filippo Roma incontra Luis Ruzzi, il procuratore di Zarate: “Voglio denunciare irregolarità che ha commesso il Presidente Lotito”, dice alla troupe del programma.

Stando alla ricostruzione di Ruzzi, il Presidente Lotito avrebbe mosso in maniera illecita dei capitali per far recapitare lo stipendio al calciatore: “Non vi do 20 milioni di stipendio, ve ne do sette. Il resto ve li do tramite da una società londinese di Riccardo Petrucchi passando per la società terza in Uruguay gestita dal fratello di Mauro Zarate”, questo avrebbe assicurato Lotito confidenzialmente a Ruzzi. Nello specifico, il procuratore parla apertamente di evasione mediante il pagamento di una commissione tramite una società terza. Si ipotizza il reato tributario per transazioni inesistenti, visto che secondo Ruzzi mancherebbero ancora dei soldi. Se le accuse venissero confermate, Lotito potrebbe rischiare grosso anche dal punto di vista penale.

Leggi anche – Balotelli, il Brescia pensa a una decisione drastica: Cellino è stufo

Ruzzi, in un secondo momento, incalzato da Filippo Roma, ammette di non aver denunciato prima le operazioni portate avanti da Lotito: “Avevo paura delle possibili ripercussioni sul giocatore”, spiega a “Le Iene”. Lo stesso Zarate, contattato dal programma Mediaset, sembrerebbe confermare la versione di Ruzzi. La pronta replica del Presidente laziale si basa su una sola certezza: “Le notizie riportate da Ruzzi non sono attendibili”.

Tuttavia, non appena Ruzzi prova a mettersi in contatto con il patron degli aquilotti, viene abilmente scalzato o dribblato – per usare un termine calcistico – senza riuscire a spiegare le proprie ragioni. La vicenda ha preso una piega interessante e inaspettata. La trasmissione, subito dopo il servizio, ha invitato nuovamente Lotito a replicare punto per punto sulla vicenda, qualora se la sentisse. Vedremo se e come il Presidente risponderà alle accuse.

Per vedere il servizio completo de “Le Iene” –> CLICCA QUI

Leggi anche – Gattuso, morta la sorella: il cordoglio del Napoli e dei tifosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *