L’ex portiere Higuita a sorpresa: “Eternamente grato a Pablo Escobar”

Il “mitico” René Higuita, l’estroso ex portiere colombiano, rivela la sua amicizia col narcotrafficante Pablo Escobar: “Gli sarò sempre grato”

L'ex portiere Higuita a sorpresa: "Eternamente grato a Pablo Escobar"
L’ex portiere Higuita a sorpresa: “Eternamente grato a Pablo Escobar” (Getty Images)

René Higuita è stato uno dei personaggi più curiosi della storia del calcio. L’ex portiere colombiano dava spettacolo con le sue uscite spericolate e colpi da circo come “la parata dello scorpione”, che utilizzava spesso e volentieri durante le partite. Ma di Higuita si è sempre parlato a proposito anche delle sue amicizie particolare. Tra queste quella con Pablo Escobar, il noto nacrotrafficante colombiano.

Ti potrebbe interessare anche – Asprilla choc: “Un narcotrafficante mi chiese il permesso di uccidere Chilavert”

Higuita svela i “particolari” della sua amicizia con Pablo Escobar

Un murales dedicato a Pablo Escobar (Getty Images)
Un murales dedicato a Pablo Escobar (Getty Images)

Higuita, in un’intevista al canale argentino Fox Sports, ha raccontato del suo rapporto col criminale: “Le autorità colombiane volevano che consegnassi Escobar. In questo modo non mi avrebbero arrestato. Io ritenevo che contro di lui ci fossero delle persecuzioni, tanto che mettevano amici suoi in prigione, ma anche conoscenti. Io risposi che non ne sapevo nulla. Erano le autorità che dovevano prenderlo, non certo io che dovevo consegnarlo a loro”. Higuita, quindi, svela la sua amicizia col “Re della cocaina”, per la quale fu anche arrestato. Escobar fu ucciso il 2 dicembre 1993 dopo uno scontro a fuoco col Bloque de busqueda, a Medellin. “Io sono amico di tutti – ha proseguito Higuita che lo sia stato anche di Pablo Escobar non significa che io sia un criminale”.

Leggi anche – Asprilla su Crespo: “Non segnava, poi gli ho presentato una mia amica..”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *