Lazio, sagome di cartone all’Olimpico: c’è anche Anna Falchi

La Lazio utilizzerà sagome di cartone con le foto dei tifosi per riempire lo stadio. Lanciata l’iniziativa “Tu non sarai mai sola” in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, partecipa anche Anna Falchi.

Anna Falchi, sagoma di cartone all'Olimpico (Getty Images)
Anna Falchi, sagoma di cartone all’Olimpico (Getty Images)

“Tu non sarai mai sola”, oggi più che mai. La Lazio si prepara a tornare in campo per la ripresa della Serie A, stavolta senza i suoi tifosi al seguito: il campionato, infatti, riprende ma con gli spalti vuoti. Prevenire è meglio che curare, o tifare, in tal caso. Per questo le diverse squadre dovranno fare a meno del pubblico a causa della pandemia da Coronavirus.

Lazio, Anna Falchi in versione sagomata: l’idea dei biancocelesti

Anna Falchi, al fianco della Lazio nella nuova iniziativa (Getty Images)
Anna Falchi, al fianco della Lazio nella nuova iniziativa (Getty Images)

Niente assembramenti, ma qualche sorpresa è comunque concessa: durante le partite della Lazio, gli spalti saranno popolati ugualmente. I tifosi biancocelesti, infatti, potranno inviare la propria fotografia che verrà apposta su un cartonato che andrà a collocarsi nel posto abituale di ciascun tifoso. L’idea è nata dall’Ufficio Comunicazione biancoceleste che, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, ha dato vita al progetto: “Tu non sarai mai sola”, riprendendo le parole del celebre inno di Toni Malco.

Leggi anche – Calcetto, le nuove regole per le partite: le possibili novità del post Covid

Quest’iniziativa è stata ben accolta dal popolo laziale, al punto che stanno arrivando sempre più adesioni. Quando l’emergenza Coronavirus sarà finita, le sagome verranno spedite a casa di ciascun tifoso che ha preso parte al progetto autografate dal Capitano Senad Lulic. Spicca la partecipazione di Anna Falchi, la “madrina” laziale ci ha tenuto a far valere il suo apporto anche in quest’occasione. Tuttavia, i tifosi la preferiscono in carne ed ossa: soprattutto dopo le vittorie dei ragazzi di Inzaghi. In quel caso, al posto del cartonato, trionfano i piaceri della carne. Gli scatti social parlano da soli. Nel frattempo, però, bisogna accontentarsi. L’importante, appunto, e non esser mai soli. Neppure con lo stadio “vuoto”.

Leggi anche – Lazio, partite senza pubblico: l’idea del club per riempire lo stadio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *