Inter, Sanchez può restare: Solskjaer lo allontana con una… metafora

Alexis Sanchez chiuderà la stagione all’Inter  ma il suo futuro resta incerto, come dimostrato dalle parole di Ole Gunner Solskjaer, allenatore del Manchester United, rilasciate in una recente intervista per il Daily Star

Sanchez, Solskjaer lo scarica (Getty Images)
Sanchez, Solskjaer lo scarica (Getty Images)

Il futuro di Alexis Sanchez resta un rebus da risolvere. L’attaccante cileno è arrivato all’Inter la scorsa estate e il prossimo 30 giugno (con una proroga quasi certo al 31 agosto a causa del prolungamento della stagione dopo la sua sospensione) potrebbe tornare al Manchester United. L’ex Udinese non ha particolarmente brillato nel suo ritorno in Italia, complice l’exploit di Lautaro Martinez e un brutto infortunio al tendine del perone.

Un solo gol contro la Sampdoria e due assist in appena 615 minuti giocati. Bottino molto magro per quello che sarebbe dovuto essere il jolly a disposizione di Antonio Conte. L’Inter, però, potrebbe puntare ancora su di lui, come dimostrato dopo l’ingresso in campo nella gara di ieri contro il Napoli. Il 31enne è entrato con tanta grinta dando una scossa importante al reparto offensivo nerazzurro e sfiorando anche un assist di tacco per Eriksen. Bisognerà convincere il Manchester United, un’impresa non impossibile dopo quanto dichiarato dal suo allenatore, Ole Gunnar Solskjaer 

Potrebbe interessarti anche: Inter, Sanchez può restare: il piano per convincere il Manchester United

Inter, Solskjaer e il paragone che allontana Sanchez dallo United

Solskjaer parla del possibile ritorno di Sanchez (Getty Images)
Solskjaer parla del possibile ritorno di Sanchez (Getty Images)

Il tecnico dei Red Devils ha rilasciato un’intervista per il Daily Star commentando il possibile ritorno dell’attaccate, poco amato dalla tifoseria inglese per le prestazioni sottotono tra il 2018 e il 2019 dopo una spesa di circa 35 milioni di euro per strapparlo all’Arsenal. Solskjaer ha usato una metafora che allontanerebbe Sanchez dalla società di Premier League: “Quando arredi un salotto, a volte, potresti avere anche una bella sedia o un bel divano ma non è per nulla sicuro che vadano bene con tutto il resto”.

L’allenatore norvegese avrebbe fatto intendere che l’ex Barcellona è sì un buon giocatore, ma lontano dal potersi adattare all’interno di un club come lo United. Porte sempre aperte per chiunque, ha voluto sottolineare l’ex giocatore, ma lo spazio per Sanchez appare ormai ridotto. Ora tocca anche all’Inter decidere cosa fare per il futuro, con un finale di stagione che diventa quindi decisivo.

Leggi anche -> Inter, sfida al Manchester United per un centrocampista del Bayern Monaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *