Leeds, che gaffe: Bin Laden tra i tifosi di cartone in tribuna – Foto

Il Leeds, squadra inglese che milita in Championship, si è reso protagonista di una gaffe notata subito dal mondo social. Tra i cartonati con le immagini dei tifosi sugli spalti è apparsa anche la sagoma di Osama Bin Laden

Leeds, cartonato di Bin Laden sugli spalti (Getty Images)
Leeds, cartonato di Bin Laden sugli spalti (Getty Images)

Ai fruitori dei social non sfugge nulla e a farne le spese, questa volta, è stato il Leeds. La squadra inglese che milita in Championship disputerà, come tutti, le partite a porte chiuse e ha deciso di sostituire i tifosi, impossibilitati a seguire dal vivo i match, con dei cartonati. Ogni sagoma è caratterizzata dalla foto stampata dei sostenitori del club, un tentativo di far partecipare i fan anche se inanimati. Le immagini dei supporters sono comparse sugli spalti di numerose società, ma per il Leeds qualcosa è andato storto.

I tifosi dei Peackocks hanno potuto inviare la propria fotografia per farsi così inserire tra i cartonati presenti allo stadio Elland Road. Qualcuno però deve aver deciso di fare uno scherzo, dato che tra le sagome apparse in tribuna ne è ben visibile una con il viso dell’ex terrorista Osama Bin Laden.

Potrebbe interessarti anche: Marcelo Bielsa può lasciare il Leeds: piace a due squadre di Serie A

Leeds, Bin Laden tra gli spalti: le scuse del club

Leeds, le scuse dopo la gaffe (Getty Images)
Leeds, le scuse dopo la gaffe (Getty Images)

Trovare tra i “supporters” l’ex leader del gruppo terroristico Al-Quaeda, ritenuto anche responsabile degli attacchi alle Torri Gemelle di New York dell’11 settembre 2001, non è stata una scoperta piacevole per il Leeds. Fortunatamente il club si è accorto in tempo dell’accaduto, evitando che il cartonato venisse esposto in mondovisione durante la partita con il Fulham in programma il 27 giugno. Il primo match casalingo dopo il lockdown non avrà quindi sugli spalti la foto di Bin Laden, ma sui social l’immagine è circolata ugualmente.

La società britannica ha voluto quindi pubblicare una nota ufficiale per scusarsi dell’accaduto: “Assicuriamo che non ci saranno più foto offensive in tribuna”. Servirà dunque un maggior controllo degli scatti ricevuti, per evitare altri incidenti di percorso che possano generare ulteriori gaffe intorno alla squadra.

 

Leggi anche -> Premier League: il Liverpool travolge il Crystal Palace, titolo a un passo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *