Serie A, Gravina: “Niente votazione Playoff/Playout, c’è ottimismo – Video

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, ha fornito importanti novità anche per la Serie A in seguito al Consiglio Federale riunitosi in mattinata. Due i temi principali discussi: Playoff/ Playout e il calcio femminile 

Serie A, le novità dopo il Consiglio Federale (Getty Images)
Serie A, le novità dopo il Consiglio Federale (Getty Images)

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina ha parlato al termine del Consiglio Federale che si è riunito quest’oggi per trattare temi importanti. Nella sede di Roma si è discusso soprattutto di calcio femminile, dopo la sospensione definitiva del campionato in seguito al lockdown. Con votazione unanime lo scudetto è stato assegnato alla Juventus Women e proprio in merito si è espresso Gravina anche ai nostri microfoni.

“Oggi è stato un Consiglio tutto al femminile. Volevamo dare risalto e la maggior parte del tempo l’abbiamo dedicato a questo tema. Scudetto alla Juventus meritatissimo. A 6 giornate dalla fine mi sembrava corretto prendere questa decisione”, ha dichiarato il presidente della FIGC che ha poi aggiunto: “E’ stata fissata la data per la ripresa del campionato femminile, sarà il primo a ripartire: il 22 agosto con 12 squadre e la Serie B a 14. Non ci sono ostacoli normativi, la decisione è programmatica perchè vogliamo arrivare nelle migliori condizioni a quella data per dare continuità e puntare in alto”. Infine ha concluso: “Quando si parla di calcio femminile professionistico per la Serie A dobbiamo creare le basi, come il calcio dilettantistico, dando spazio alle bambine che si devono affacciare a questo sport”.

“Un bilancio sul campionato ripartito? Positivo, sta crescendo. Ha detto Gravina, che ha voluto poi aggiungere: Ieri è stata una giornata ricca di gol e il calcio sta migliorando tecnicamente. Manca ancora il piccolo tassello che è indispensabile, ovvero i tifosi allo stadio. Mi auguro che l’epidemia ci consenta di aprire gli stadi per godere al meglio di questo spettacolo. Gli scienziati non ci hanno ancora dato il via”.

Infine sull’altro tema caldo di giornata, quello dei Playoff e dei Playout come piano B in caso di nuova sospensione del campionato ha concluso: “Non abbiamo votato perchè il campionato è ormai partito, siamo alla fine di giugno e non ci sono presupposti che diano preoccupazioni. Siamo ottimisti e sicuri che si arrivi alla fine. Stressare su un elemento, rinviato ma non escluso, non è utile perchè vogliamo evitare tensioni che non fanno bene. Concentriamoci sull’entusiasmo che il campionato vuole dare”. 

Video di Quintiliano Giampietro

Ti potrebbe anche interessare – Serie A, tifosi contro le partite serali: pronta la class action

Serie A, Consiglio Federale: il racconto della giornata

Serie A, giornata dedicata al Consiglio Federale (Getty Images)
Serie A, giornata dedicata al Consiglio Federale (Getty Images)

E’ un giorno chiave per il calcio italiano che, attraverso il Consiglio Federale, prenderà decisioni importanti su molti fronti. Questa mattina, nella sede principale della FIGC di Roma, i più alti esponenti del pallone si sono riuniti per fare il punto su questa e la prossima stagione, non solo di Serie A. Sull’agenda di Gravina e colleghi c’è l’assegnazione dello scudetto femminile, che dovrebbe andare d’ufficio alla Juventus dopo la sospensione definitiva del campionato. Le ragazze bianconere, a sei giornate dal termine e con una partita in più, avevano nove punti di vantaggio sulla coppia delle inseguitrici Fiorentina-Milan.

Inoltre tra i punti principali sul tavolo c’è la ratifica dei playoff/playout per la Serie A. La stagione finora è ripresa con buoni risvolti, ma il pericolo è sempre dietro l’angolo e bisogna ufficializzare un piano alternativo per chiudere la stagione. A questo proposito si ratificherà la modifica del regolamento, nel caso non si riesca a garantire il pieno svolgimento del calendario. Per affrontare queste tematiche i nostri microfoni hanno raggiunto Renzo Ulivieri, presidente dell’AIC, che prima di entrare in riunione ha rilasciato qualche anticipazione. Le sue dichiarazioni si concentrano sul calcio femminile, ancora in attesa di passare al professionismo: “Vediamo, ci vuole impegno e programmazione da parte della Federazione. Non si potrà garantire nell’immediato, sarà un processo graduale”.

Con una votazione unanime all’interno del Consiglio Federale, in merito al tema del calcio femminile, è stata confermata l’assegnazione dello scudetto alla Juventus Women. Il campionato di Serie A per le ragazze era stato sospeso nelle scorse settimane in seguito al lungo lockdown e solamente oggi è arrivata l’ufficialità della vittoria per le bianconere, che ha chiuso la stagione al primo posto con 44 punti, 11 in più di Fiorentina e Milan.

Leggi anche -> Serie A, Sky rischia di non trasmettere partite: l’ultimatum della Lega

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *