Serie A, tifosi allo stadio: apertura del CTS e possibili sviluppi a luglio

I tifosi attendono il via libera per tornare a popolare gli stadi di Serie A. Dal Comitato Tecnico Scientifico giungono novità che fanno ben sperare

Serie A, novità dal CTS per i tifosi allo stadio (Getty Images)
Serie A, novità dal CTS per i tifosi allo stadio (Getty Images)

La ripartenza della Serie A ha regalato nuovamente spettacolo e gol a migliaia di tifosi, ancora costretti, però, a seguire i match della propria squadra del cuore da casa, a causa delle disposizioni sul distanziamento sociale sancite in seguito all’emergenza sanitaria scaturita per la pandemia da Covid-19.

Evitare assembramenti eccessivi è fondamentale, dato che il rischio di contagio persiste. Giuseppe Ruocco, membro del Comitato Tecnico Scientifico, ha parlato della possibilità del ritorno dei tifosi negli stadi in un intervento a Radio Punto Nuovo.

Potrebbe interessarti anche: Serie A, Dal Pino fiducioso sui tifosi allo stadio: quando potrebbero tornare

Serie A, tifosi allo stadio: la posizione del CTS

Serie A, tifosi allo stadio: l'opinione di Giuseppe Ruocco (Getty Images)
Serie A, tifosi allo stadio: l’opinione di Giuseppe Ruocco (Getty Images)

“In questi mesi c’è stata una riduzione delle restrizioni e l’Italia è uscita dalla fase più acuta della pandemia”, commenta Ruocco che poi prosegue: “L’evoluzione positiva ci impone una serie di cautele a livello nazionale. Dobbiamo tenere d’occhio tutti i focolai”. Sul tema dei tifosi allo stadio ha quindi aggiunto: “Non va bene favorire assembramenti come quanto visto a Napoli in occasione della vittoria della Coppa Italia. Tra un estremo e l’altro, però, voglio esprimere un parere personale e dico che esiste la possibilità di rivedere i supporters agli stadi prima della fine della Serie A.

Ruocco ha infine concluso: “Il timore per la ripresa dello sport di squadra non è per lo stadio, che in qualche modo è gestibile, ma per gli spostamenti e le esultanze. Quanto visto in questi giorni non è allineato alle nostre indicazioni e una rondine non fa primavera, così come una sera passata insieme non vuol dire che la pandemia sia scomparsa ovunque. Se ci dovessero essere le condizioni, però, siamo pronti a rivedere la nostra posizione. Le possibilità di tornare allo stadio sono concrete, ma bisognerà attendere e pazientare in attesa di ulteriori novità.

Leggi anche -> Campionato Olandese, l’avviso ai tifosi: “Stadi aperti, esultate sottovoce”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *