Lazio-Milan, Inzaghi: “Sconfitta che pesa, le assenze hanno condizionato”

Simone Inzaghi incassa una pesante sconfitta con la sua Lazio, di fronte un Milan voglioso e determinato dopo la prestazione sottotono contro la Spal. Il passivo per i biancocelesti è di 3 gol: determinanti Calhanoglu, Ibrahimovic e Rebic. Un tris che, forse, spegne le ambizioni Scudetto degli Aquilotti.

Simone Inzaghi, post-partita Lazio-Milan (Getty Images)
Simone Inzaghi, post-partita Lazio-Milan (Getty Images)

La Lazio vede, presumibilmente, spegnersi le proprie velleità Scudetto. Con la vittoria della Juventus nel Derby della Mole del tardo pomeriggio, il divario rispetto ai bianconeri aumenta a sette punti. La “Vecchia Signora” azzarda una mini-fuga che potrebbe rivelarsi determinante a questo punto della stagione. La squadra di Inzaghi paga una pesante sconfitta in casa contro il Milan. 3-0 che ha visto la squadra di Pioli leggermente più in palla, servirà pazienza e fiducia dopo questa battuta d’arresto per i biancocelesti protagonisti comunque di una grande stagione. Le parole del tecnico di Piacenza nel post-partita:

Come ha preso questa sconfitta? Che Lazio è stata?

“Dovevamo andare oltre l’emergenza, ci dispiace. Abbiamo avuto tante assenze pesanti che hanno condizionato la gara. Nemmeno gli episodi hanno aiutato, potevamo riaprirla ma è arrivato il gol di Rebic e ci ha tagliato le gambe. Avremmo voluto continuare il nostro percorso e dar fastidio il più possibile alla Juventus. Ora occorre comunque guardare avanti. Oggi dovevamo essere più bravi a farla girare a nostro favore”.

La situazione infortunati?

Leiva e Cataldi sono da valutare domani in mattinata potremmo capire qualcosa in più. Mentre Marusic, Luiz Felipe e Lulic sono out per il Lecce. Dovremo farci aiutare dal dottore per la formazione“.

Leggi anche – Lazio-Milan, Pioli: “Ibra fa la differenza. Con la Juve vogliamo giocarcela”

Lazio-Milan, Inzaghi ammette: “Oggi eravamo in difficoltà”

Lazio-Milan, le parole di Simone Inzaghi (Getty Images)
Lazio-Milan, le parole di Simone Inzaghi (Getty Images)

Che partita si aspetta contro il Lecce?

“Contro il Lecce sarà una partita importante. Andremo lì per fare la nostra gara e cercare di rialzare subito la testa dopo questa battuta d’arresto. Stasera qualcosa è andato storto dal punto di vista tattico, ma d’ora in poi non vogliamo mollare niente”.

Qual è stata la difficoltà maggiore di questa sera?

Giocare una partita senza punte è difficile, non l’avevamo mai fatto in tre anni. Stare senza Immobile e Caicedo ci è pesato: inizialmente era Luis Alberto a dover stare davanti a Correa, ma poi veniva a mancare la fisicità davanti. Mi dispiace non poter avere tante rotazioni. A questo punto della stagione siamo in evidente difficoltà”.

Leggi anche – Lazio-Milan: dominio rossonero con Calhanoglu, Ibra e Rebic. Juve a +7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *