Capello stronca Rangnick: “Un errore prenderlo. Il Milan perderà ancora”

Fabio Capello ha criticato la scelta del Milan che, a fine stagione, ingaggerà Ralf Rangnick come allenatore al posto di Stefano Pioli 

Capello critica il Milan per Rangnick (Getty Images)
Capello critica il Milan per Rangnick (Getty Images)

Fabio Capello, un allenatore che il Milan lo conosce bene e che ha scritto alcune pagine indelebili della storia recente rossonera. Non poteva, dunque, mancare un suo parere sulla scelta fatta dai rossoneri, ovvero sostituire Stefano Pioli con Ralf Rangnick. Una decisione che Capello stronca nettamente, definendola “un errore

I numeri dei rossoneri possono dare ragione all’ex tecnico, dato che l’Europa League è davvero vicino e che, dalla ripresa della stagione dopo il lockdown, il “Diavolo” non ha mai perso. Pareggio con Juventus (in Coppa Italia), Spal e Napoli. Successi contro Lecce, Milan, Lazio e con i bianconeri in campionato.

Risultati, in gran parte, merito delle scelte e della condotta di Stefano Pioli, riuscito nell’impresa di dare un’identità alla squadra, in un momento a dir poco difficile tra mancanza di risultati e beghe societarie.  Meriti di Pioli che fanno ulteriormente storcere il naso a Capello che commenta così la scelta di puntare su  Rangnick, in un’intervista rilasciata stamane a Radio Rai ha infatti dichiarato: “Ha fatto cose interessati in Germania, ma non importanti, e arriva in un campionato che non conosce”. Poi la sentenza sul Milan: Perderà un altro anno. Ha fatto un errore lasciando andare via Pioli che ha dato mentalità al gruppo. Dovevano continuare la strada intrapresa e con due innesti importanti sul mercato potevano diventare competitivi”.

Potrebbe interessarti anche: Ibrahimovic elogia Pioli: “Un signore, è come Allegri”. E su Rangnick…

Capello sulla Juventus e l’Inter di Conte

Capello parla di Antonio Conte (Getty Images)
Capello parla di Antonio Conte (Getty Images)

Fabio Capello ha poi voluto esprimere un giudizio anche sulla Juventus: “E’ stata fortunata. Lazio e Inter stanno andando piano e i bianconeri hanno tanta qualità grazie ai singoli”. In merito alla sfida di Champions League contro il Lione ha aggiunto: “La Juve è in vantaggio perchè i francesi sono fermi da marzo e non saranno al 100%. Mi preoccupano però i blackout difensivi dei bianconeri. Servirà una squadra attenta dopo l’1-0 patito in Francia”.

Infine un commento anche sull’Inter di Antonio Conte che attraversa un momento difficile della stagione: “La società si aspettava sicuramente di più. L’Europa League potrebbe salvarla. Non è stata sicuramente un’Inter forte dopo i 180 milioni spesi complessivamente nel mercato”.

Leggi anche -> Inter, futuro incerto per Conte: Allegri in pole per sostituirlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *