Juventus, Sarri: “Sassuolo come l’Atalanta, lo scudetto non è ancora vinto”

Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa per presentare Sassuolo-Juventus, altra tappa decisiva per avvicinarsi alla vittoria dello scudetto. 

Sarri Juventus
Maurizio Sarri (Getty Images)

La Juventus non vince da due partite, ma si trova comunque al comando della classifica. Le inseguitrici non hanno sfruttato i passi falsi dei bianconeri, sconfitti col Milan e fermati dall’Atalanta, lasciando ancora tanti punti di distacco. In questo momento i campioni d’Italia, a sei giornate dalla fine, hanno otto lunghezze di vantaggio sulla coppia Lazio-Inter e si avviano a vincere nuovamente il campionato. Da domani sera però, quando saranno ospiti del Sassuolo, bisognerà tornare a vincere e riprendere un passo sostenuto verso il tricolore. E’ l’ordine di Maurizio Sarri, protagonista della conferenza stampa di vigilia in vista della 33a giornata di Serie A: ecco le dichiarazioni più importanti.

Il Sassuolo è in grande forma, quanto può incidere il loro entusiasmo?

“Il Sassuolo ha preso la stessa strada dell’Atalanta. La società ha un progetto serio, un bravo allenatore e sicuramente è una squadra pericolosa soprattutto in attacco. In ogni caso anche noi siamo motivati, ci stiamo giocando lo scudetto e vogliamo vincere”.

Quali sono le differenze tra Atalanta e Sassuolo?

“L’Atalanta ormai è una realtà consolidata del calcio italiano, è cresciuta molto negli ultimi anni anche a livello difensivo. Il Sassuolo ama molto il palleggio e vuole fare la partita anche contro le grandi squadre. Non si fanno problemi a seguire la loro filosofia, dobbiamo mettere in conto che soffriremo in alcuni momenti”.

Lo scudetto è troppo dato per scontato?

“Non è per niente scontato, bisognerà sudare e lottare fino alla fine. Dobbiamo minimo fare 11 punti nelle prossime sei partite: è un vantaggio ma non esistono risultati già scritti. Non mi interesso di cosa dice la stampa, non uso i social per scelta personale e mi estraneo da tutte queste cose”.

Juventus, Sarri sulla difesa: “Bonucci può riposare, Chiellini grande rimpianto”

Sarri Sassuolo Juventus
Sarri Juventus (Getty Images)

Domani Bonucci potrebbe riposare?

“Bonucci ha un problema al piede, domani vedremo se sarà il caso di farlo giocare o tenerlo a riposo. Pjanic invece è rientrato, ha avuto un lieve affaticamento e l’ultima partita per precauzione l’abbiamo tenuto fuori”.

La Juventus ha un problema di gol con i centrocampisti?

“Non c’è un problema realizzativo: la squadra ha segnato 17 gol in sei partite. Il centrocampista più prolifico per caratteristiche è Ramsey, ma abbiamo altri giocatori che in futuro possono aiutarci come Bentancur e Rabiot”.

Come sta Chiellini? Domani può giocare qualche minuto?

“Chiellini è il grande rimpianto della stagione. Non è facile rinunciare per tanti mesi a un giocatore così importante: la sua assenza è stata troppo sottovalutata. Il lockdown ha allungato i tempi di recupero, ora si sta allenando con la squadra da cinque giorni e sta crescendo di condizione. Oggi non è ancora in grado di giocare 90 minuti, ma in futuro ci darà una grossa mano”

Ti potrebbe anche interessare – Juventus, senti Guardiola: “Al Manchester City anche senza Champions”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *