Sassuolo-Juventus, Sarri: “Più ordine per centrare lo Scudetto”

La Juventus pareggia in casa del Sassuolo. Tanti rimpianti per la Vecchia Signora in 90 minuti ricchi di gol: sei in totale per un pirotecnico 3-3 che non soddisfa Sarri. Le sue parole nel post gara ai microfoni di Sky Sport.

Sarri nel post partita contro il Sassuolo (Getty Images)
Sarri nel post partita contro il Sassuolo (Getty Images)

La Juventus non riesce a portare a casa i tre punti contro il Sassuolo. Un pareggio per 3-3 che non soddisfa i bianconeri che comunque continueranno a lottare per portare a casa un altro Scudetto. Il primo della gestione Sarri, nel frattempo la “Vecchia Signora” deve fare i conti con qualche black-out di troppo che, da qui alla fine, potrebbe fare la differenza. Le parole del tecnico bianconero nel post partita a Sky Sport:

Cosa pensa della prestazione di oggi: questo pareggio lascia l’amaro in bocca?

“Chiaro che l’allenatore pretende continuità dalla propria squadra. Ora facciamo fatica ad averla sia dal punto di vista fisico che mentale. Succede a tutti, tranne eccezioni, è difficile da capire. L’Atalanta ad esempio le ha vinte tutte tranne contro di noi. Il Sassuolo è simile a loro come gioco e intensità. Quindi avversario non facile, comunque la strada è quella giusta. Dobbiamo solo trovare continuità”.

Sassuolo-Juventus, Sarri: “Abbiamo mezzi e potenzialità. Serve più ordine e concentrazione”

Sassuolo-Juventus, le parole di Sarri nel post partita (Getty Images)
Sassuolo-Juventus, le parole di Sarri nel post partita (Getty Images)

Come sta Chiellini? Cosa non è andato particolarmente bene oggi?

“Giorgio sembrava stesse bene, oggi ha avuto un indurimento al polpaccio. L’abbiamo tenuto sino alla fine del primo tempo. Un giocatore di personalità si faceva comodo e non avendo Bonucci ho chiesto a lui uno sforzo in più. Il sassuolo se lo lasci palleggiare diventa pericolosissimo, noi l’abbiamo fatto e abbiamo pagato qualche errore di troppo. Poco ordine in certi casi”.

Leggi anche – FIFA, ufficiale: 5 sostituzioni anche nella stagione 2021

Qual è la chiave giusta per ripartire, vede margini di miglioramento?

“Abbiamo fatto fatica e loro ci hanno tirato fuori venendo a giocare dentro. Fatica con i centrocampisti a dare copertura. I difensori esterni bene nel primo tempo, secondo tempo a intermittenza andavano e venivano troppo alti. Dobbiamo evitare momenti di down. Margini di miglioramento la squadra ne ha, a tratti sei più perplesso per i momenti di smarrimento. Dobbiamo diventare più equilibrati e ordinati mantenendo le potenzialità che abbiamo”.

Stasera avete fatto fatica anche nella gestione del gioco: le probabilità di vincere lo Scudetto sono le stesse?

“Se noi dopo il due a zero strappiamo in avanti per cercare il 3-0 ci esponiamo a più rischi. Invece dobbiamo uscire con il palleggio. Su questa interpretazione bisogna migliorare. Noi abbiamo voluto strafare spaccando la partita e la squadra. Non lo so, per lo Scudetto le probabilità ci sono. L’obiettivo o lo centri o non lo centri. Nove punti nelle prossime partite, dobbiamo farli senza pensare a calcoli e pronostici”.

Leggi anche – Sassuolo-Juventus, Alex Sandro salva Sarri: neroverdi vicini all’impresa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *