Napoli-Lazio, Gattuso: “Oggi andavo espulso. Contro il Barça partita vera”

Gennaro Gattuso conquista tre punti contro la Lazio nell’ultima giornata di campionato con il Napoli. Ora testa alla Champions League, con qualche preoccupazione per lo stato di salute di Insigne che ha avuto qualche problema all’adduttore ed ha lasciato il campo a match in corso.

Gattuso Napoli
Gennaro Gattuso (Getty Images)

Il Napoli ha battuto la Lazio in casa per 3-1, vittoria con qualche piccolo rammarico soprattutto per l’infortunio all’adduttore di Insigne. Le condizioni dell’attaccante restano da valutare in ottica Barcellona, per il momento il mister partenopeo Gennaro Gattuso ha tirato le somme del campionato partenopeo a Sky Sport, le sue parole:

Come sta Insigne? Che partita è stata?

“Valutiamo domani e dopodomani, la laurea da dottore ancora non ce l’ho. Non dico altro per non dire inesattezze. La partita è stata nervosa, non si regala nulla a nessuno. Oggi meritavo l’espulsione, un po’ di cacciare l’ho fatta anche io. Ci siamo detti qualcosa con Inzaghi, ho esagerato. Abbiamo incattivito la partita. Sono uno che mi piace chiarire dopo, meritavo di essere buttato fuori ma lasciamo stare, ormai”.

Leggi anche – Insigne, infortunio in Napoli-Lazio: le condizioni dell’attaccante

Napoli-Lazio, Gattuso ammette: “Partita incattivita anche dagli allenatori”

Napoli-Lazio, le parole di Gattuso (Getty Images)
Napoli-Lazio, le parole di Gattuso (Getty Images)

La squadra è pronta per la sfida con il Barcellona?

“La squadra mi è piaciuta, buona partita contro squadra difficile. Nella testa ce l’ho la formazione per cercare di scrivere una pagina importante di storia nella città e per il club. Prima recuperiamo condizione e giocatori, poi vediamo. Penso che per giocare questo tipo di partite bisogna avere un vissuto, tante volte questa squadra quando sbaglia qualcosa avendo poco vissuto dobbiamo migliorare su questo aspetto qui”.

Che gara si aspetta in Champions League?

“Abbiamo provato a fare qualcosa di diverso. Pressione ultra offensiva, dobbiamo provarci anche con loro. Bisogna andare a rischiare qualcosa in più, senza vie di mezzo. Dobbiamo lavorare su questo e osare sempre di più per gettare il cuore oltre l’ostacolo”.

Leggi anche – Conte spaventa l’Inter: “Farò le mie valutazioni, stagione stressante”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *