Barcellona, Piqué dopo il 2-8 con il Bayern: “Vergogna, via tutti”

Gerard Piqué, leader e senatore del Barcellona, si è sfogato duramente davanti alle telecamere dopo l’umiliante sconfitta per 8-2 contro il Bayern Monaco.

Il Barcellona è definitivamente esploso. Dopo la pesantissima sconfitta subita per mano del Bayern Monaco ai quarti di finale di Champions League, si prevedono giorni di fuoco. L’8-2 da record andato in scena a Lisbona, sede delle Final Eight, è l’epilogo più umiliante di una stagione totalmente fallimentare che apre crepe nella società blaugrana. Non è bastato cambiare allenatore per invertire il corso delle cose, addirittura peggiorate con l’arrivo di Quique Setien fino a toccare il fondo questa sera. Il clima intorno alla squadra è stato reso ancora più incandescente delle durissime parole di Gerard Piquè, il primo a metterci la faccia dopo questo pessimo risultato.

Barcellona, Piqué alza la voce: “Un punto di non ritorno, se serve vado via io..”

Piqué Barcellona
Gerard Piquè (Getty Images)

Il difensore e leader del Barcellona non ha risparmiato nessuno, sparando a zero su tutti i componenti della società: “E’ una vergogna, non ho parole. E’ stata una partita orribile, non si può giocare così in Europa. E’ un risultato molto pesante che spero porti cambiamenti su tutti i punti di vista, non solo per noi giocatori”. Un commento molto forte, un attacco diretto al presidente Bartomeu e alle cariche più alte dei blaugrana espresso pubblicamente davanti alle telecamere: “Nessuno è essenziale, se serve posso andarmene anch’io. Non è un problema, la squadra ha bisogno di forze fresche e tutti dobbiamo riflettere su questa sconfitta”.

E’ significativo poi che sia stato Piquè e non Messi, il capitano effettivo della squadra, a prendersi le responsabilità di questa eliminazione, aprendo scenari catastrofici e praticamente ammettendo la fine di un ciclo: “Siamo arrivati a un punto di non ritorno, è arrivato il momento di prendere decisioni drastiche. I risultati non ci danno ragione da qualche anno, indipendentemente da chi allena o scende in campo. Questa è la dura realtà, oggi siamo stati impresentabili”. 

Ti potrebbe anche interessare – Champions League, Barcellona umiliato: le altre recenti e pesanti sconfitte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *