De Laurentiis positivo al Covid, il Codacons presenta esposto

La discussa positività al Covid-19 di Aurelio De Laurentiis rischia di mettere nei guai il presidente del Napoli, colpevole secondo il Codacons di possibile “epidemia dolosa”.

Stasera il Napoli non giocherà l’amichevole contro lo Sporting Lisbona, a causa della positività al Covid-19 di tre giocatori lusitani. Le due squadre, per evitare altri possibili contagi, hanno deciso di annullare la partita. Una scelta prudente diversamente dal comportamento di Aurelio De Laurentiis che è stato accusato dal Codacons per possibile “epidemia dolosa”. Come riporta l’agenzia Adnkronos, domani l’associazione nazionale presenterà un esposto alla Procura di Milano in cui si chiede un’indagine di questa vicenda.

Ti potrebbe anche interessare – De Laurentiis positivo al Covid, possibile inchiesta della Procura Federale

Napoli, la procura di Milano potrebbe aprire un’indagine su De Laurentiis

De Laurentiis Covid
De Laurentiis (Getty Images)

In particolare il presidente degli azzurri, in attesa dell’esito di un tampone, si sarebbe presentato alla scorsa riunione di Lega Serie A, svolta mercoledì 9 settembre a Milano, nonostante avvertisse un certo malessere (mal di stomaco) come rivelato ad alcuni colleghi. Alla fine questi sintomi erano riconducibili al Covid-19, di cui è risultato positivo poche ore dopo. Una mancanza di precauzione che poteva mettere in pericolo la salute degli altri partecipanti, colleghi e dirigenti delle altre squadre, immediatamente avvertiti e costretti a sottoporsi agli esami del caso (per fortuna finora tutti negativi).

Per questo il Codacons vuole vederci chiaro e, attraverso una segnalazione ufficiale, chiede di approfondire la situazione e capire se Aurelio De Laurentiis abbia qualche responsabilità alla luce dell’emergenza sanitaria che sta attraversando il nostro paese. Poi toccherà alla Procura di Milano valutare se indagare e ascoltare il presidente del Napoli, incolpato per aver potenzialmente messo a repentaglio la sicurezza e l’incolumità’ pubblica, violando l’art. 32 della Costituzione.

Leggi anche – Calciomercato Roma, accordo con Milik: i giallorossi trattano con il Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *