Chiesa alla Juventus, ipotesi prestito: tutte le clausole dell’affare

Federico Chiesa è sempre più vicino alla Juventus. L’ipotesi è un prestito, che si dovrebbe concretizzare dopo l’uscita di Douglas Costa. Le possibili clausole dell’accordo

Il calciomercato prepara gli ultimi botti. O comunque ci prova. La Juventus starebbe per salutare Douglas Costa, destinato a tornare al Bayern Monaco dove ha giocato tra il 2015 e il 2017 segnando dodici reti. La cessione del brasiliano sembra destinata ad aprire un posto in squadra per Federico Chiesa, al centro di un giro di affari che non coinvolge soltanto la Juventus e la Fiorentina.

I viola, infatti, sarebbero intenzionati ad ingaggiare, se dovesse andare in porto la trattativa con la Juventus, l’ex Napoli Callejon. Lo spagnolo è svincolato e questo vuol dire che il suo arrivo a parametro zero potrà anche essere completato dopo il 5 ottobre, data ultima della finestra di calciomercato.

Leggi anche – Calciomercato Juve, Douglas Costa sblocca Chiesa: accordo con il Bayern

Chiesa alla Juve, le clausole del possibile prestito

Chiesa alla Juve, le clausole del possibile prestito
Chiesa alla Juve, le clausole del possibile prestito

Secondo quanto riferisce Sky Sport, la Juventus sta pensando a un prestito biennale con un corrispettivo crescente alla Fiorentina. Si parla di due milioni per la prima stagione e otto per la seconda. Il prestito dovrebbe prevedere un diritto di riscatto che diventerebbe obbligo fissato a 40 milioni se dovesse essere rispettata almeno una di queste tre condizioni:

  1. la Juventus deve arrivare tra le prime quattro in classifica
  2. Chiesa deve collezionare un totale di presenze di durata superiore ai 30 minuti pari al 60% delle partite nel biennio
  3. oppure segnare dieci reti e servire dieci assist nei due anni.

Leggi anche – Calciomercato Juventus, Chiesa: prima le cessioni, poi assalto al viola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *