Mancini positivo al Covid: chi può allenare la Nazionale

Roberto Mancini non sarà presente alle prossime partite della Nazionale a causa della positività al Covid: chi sarà il vice-allenatore che guiderà gli allenamenti e le gare dell’Italia.

A causa del Coronavirus, il grande assente degli appuntamenti della Nazionale italiana sarà il Commissario Tecnico Roberto Mancini. Fortunatamente, l’allenatore è asintomatico ma sicuramente non potrà prender parte alle tre gare in programma degli azzurri. L’11 novembre l’Italia affronterà l’Estonia in amichevole, poi ci saranno le gare di Nations League il 15 contro la Polonia  e il 18 contro la Bosnia, senza il grande assente Dzeko (anch’egli al momento fermato dal Covid). Dunque, senza Mancini in panchina, ci sarà spazio al suo vice.

Potrebbe interessarti anche >>>  Roberto Mancini positivo al Covid, è in isolamento: le condizioni

Italia, Mancini ha quattro assistenti: chi sarà il vice che guiderà la Nazionale

Polonia-Italia, Mancini su Immobile: "Se giocassimo 38 partite, farebbe 25 gol"
Roberto Mancini (GettyImages)

Lo staff tecnico della Nazionale è composto da quattro assistenti. L’indiziato principale che prenderà il posto di Roberto Mancini per le tre partite è Alberico Evani. Ex giocatore di Milan e Sampdoria, vice-campione del mondo nel 1994 con Sacchi in panchina ed ex compagno di Mancini con i blucerchiati.

Gli altri assistenti del CT sono Giulio Nuciari, Attilio Lombardo e Fausto Salsano. Tutti hanno avuto un passato da calciatore alla Samp con Roberto. Tra questi, Salsano è sempre stato fedele a Mancini come suo assistente dal 2004, quando era all’Inter. Gli azzurri dovranno fare a meno di una figura guida importante a Coverciano e negli impegni internazionali. Sarà una grande prova di maturità per tutto il gruppo che a breve verrà ufficializzato.

Potrebbe interessarti anche >>> Lazio, tre giocatori ancora positivi: l’esito degli ultimi tamponi