Raul Jimenez operato alla testa dopo scontro con David Luiz, le condizioni

Raul Jimenez si è sottoposto ad un’operazione alla testa dopo il tremendo scontro con David Luiz in Arsenal-Wolverhampton. Giungono importanti novità sulle sue condizioni 

Attimi di terrore durante la sfida di Premier tra Wolverhampton e Arsenal andata in scena ieri sera. Nei primi minuti di gioco, dagli sviluppi di un calcio d’angolo a favore dei Gunners, David Luiz e Raul Jimenez si sono scontrati violentemente. Un urto drammatico tra le teste dei due giocatori, che sono caduti immediatamente sul terreno di gioco estremamente doloranti. L’attaccante messicano ha perso i sensi e gli altri calciatori in campo hanno subito richiamato l’attenzione dell’arbitro e dei paramedici.

Lo staff sanitario è intervenuto con prontezza, applicando una bombola d’ossigeno sul viso del centravanti, trasportato in barella. Dopo quasi 10 minuti in cui il gioco si è interrotto, è stato effettuato il cambio, con l’apprensione di conoscere le condizioni del calciatore. I ragazzi guidati da Nuno Espirito Santo hanno poi trionfato per 2-1 e questa mattina hanno fornito le ultime novità sullo stato di salute di Jimenez.

Potrebbe interessarti anche: Raul Jimenez, scontro con David Luiz (Video): le condizioni

Raul Jimenez operato, le ultime sull’attaccante messicano

Raul Jimenez, le ultime dopo l'operazione (Getty Images)
Raul Jimenez, le ultime dopo l’operazione (Getty Images)

Jimenez sta bene dopo un’operazione la scorsa notte presso un ospedale di Londra”, si apre così il tweet del club di Premier pubblicato questa mattina. Il comunicato social poi prosegue: “Ha tutto il nostro supporto e amore ed ha iniziato il percorso di recupero”. Nella nota inserita sul sito ufficiale, viene inoltre specificato che: “Ha visto la sua compagna Daniela e ora sta riposando. Rimarrà sotto osservazione per qualche giorno per poi ricominciare la riabilitazione”.

Il Wolverhampton ha poi aggiunto: “Il club desidera ringraziare lo staff medico dell’Arsenal, i paramedici del NHS, il personale ospedaliero e i chirurghi che, grazie alle loro capacità e alla prontezza sono riusciti ad essere di grande aiuto”. Infine il comunicato si conclude: “La società chiede ore privacy, prima che vengano fornite ulteriori informazioni”.

Leggi anche -> Premier League: il Chelsea ferma il Tottenham, Mourinho resta primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *