Tottenham, il Covid sconvolge il calendario: altro rinvio in Premier League

La Premier League ha rinviato un’altra partita del Tottenham a causa del Covid: i numerosi contagi stanno sconvolgendo il calendario.

E’ emergenza Covid in Premier League che ha dovuto rinviare un’altra partita in programma tra pochi giorni. La gara posticipata coinvolge nuovamente il Tottenham, al secondo match spostato in poche settimane. La squadra di Mourinho avrebbe dovuto giocare mercoledì 13 contro l’Aston Villa, ma quest’ultima ha chiesto e ottenuto il rinvio del match. Il focolaio di Covid sviluppato nel centro sportivo dei Villans, che ha registrato 14 casi positivi, di cui dieci tra i calciatori, ha reso impossibile la disputa del match.

L’alto numero dei contagi risale a una settimana fa e pochi giorni fa la squadra è scesa in campo con i ragazzini contro il Liverpool in FA Cup. Una soluzione estrema, confermata dalla larga sconfitta, che non si è voluto ripetere nella sfida di campionato contro il Tottenham. Tra due giorni però gli Spurs scenderanno comunque in campo per recuperare il derby contro il Fulham, inizialmente previsto per il 30 dicembre ma anche questo rinviato a causa dei troppo contagi tra gli avversari.

Ti potrebbe anche interessare – Fa Cup, il Tottenham spegne il sogno del Marine. Out il Leeds di Bielsa

Premier League, il Tottenham non gioca con l’Aston Villa: spazio a un recupero

Mourinho Tottenham Aston Villa
José Mourinho (GettyImages)

Una serie di eventi legati al Covid ha cambiato il programma della 18.a giornata di Premier League e in particolare gli impegni del Tottenham. Chissà come l’avrà presa Mourinho che già in occasione del primo rinvio aveva alzato i toni e lanciato polemiche sui social. In attesa della comunicazione ufficiale, aveva scritto sul suo profilo Instagram: “Partita alle 18.00… E ancora non sappiamo se giocheremo. Il miglior campionato del mondo”. In quel caso la partita contro il Fulham fu posticipata in giornata e l’arrabbiatura era anche un po’ legittima: questo rinvio con l‘Aston Villa almeno è arrivato con qualche giorno di anticipo e non dovrebbe provocare un altro sfogo dello Special One che rimane comunque perseguitato dalla sfortuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *