Inter, non solo BC Partners: chi è interessato ai nerazzurri, gli scenari

Settimane decisive per il futuro dell’Inter. In corso la due diligence. BC Partners avrebbe un’esclusiva a trattare, ma ci sono altri interessati

Sono diversi i fondi interessati a entrare nel board dell’Inter. Come spiega Repubblica, BC Partners avrebbe un’esclusiva a trattare che scadrà nelle prossime settimane. Della partita, però, sarebbero anche i fondi Eqt e Arctos Sports Partner, come rivelato anche dal Financial Times.

L’Inter ha bisogno di liquidità. La società ha raggiunto l’accordo per differire il pagamento degli stipendi di luglio e agosto, che però dovranno essere versati entro il sedici febbraio quando ci sarà la verifica della FIGC. In caso di mancato pagamento, scatterebbe una penalizzazione in classifica. A sua volta, la società può cercare un omologo accordo per rinviare il pagamento degli stipendi di novembre e dicembre.

Il problema principale riguarda la famiglia Suning, obbligata dalla nuova linea del governo cinese a cancellare il nome dal brand del Jiangsu, club di cui è proprietario e sponsor. I calciatori degli ultimi campioni di Cina non hanno ricevuto lo stipendio negli ultimi tre mesi e l’allenatore potrebbe rivolgersi alla FIFA per chiedere quanto dovuto.

Leggi anche >> Milik, via libera al Marsiglia: l’annuncio di Villas-Boas

Inter, oltre a BC Partners: gli scenari

Inter, oltre a BC Partners: gli scenari
Inter, oltre a BC Partners: gli scenari

La due diligence, ovvero l’analisi sulla situazione finanziaria nerazzurra, dovrebbe concludersi entro fine gennaio. Due le questioni sul tavolo, si legge su Repubblica: la valutazione della società, che sarebbe stimata in 750 milioni di euro, e la struttura dell’operazione che con ogni probabilità comprenderà un aumento di capitale.

Suning si attendeva una valutazione della società più alta, 900 milioni, ma le conseguenze della pandemia si fanno e si faranno sentire. L’Inter infatti chiuderà il bilancio con perdite destinate a superare i 100 milioni di euro.

Se anche dovesse uscire del tutto dalla società, Suning non ha intenzione di abbandonare con ulteriori perdite. Allo stesso tempo, la società dovrà mettere in conto l’eventuale liquidazione di Lion Rock, socio di minoranza di Suning che potrebbe trovare vantaggiosa la creazione di una partnership con BC.

Per il Sole 24 Ore, tra gli altri soggetti interessati, Ares Management Corp sarebbe in pole position attraverso il Kapital Football Group, veicolo di investimenti dedicati al calcio europeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *