Wayne Rooney si ritira: il nuovo incarico della leggenda del Manchester United

Wayne Rooney si ritira ufficialmente dal calcio. Il nuovo incarico del capitano e icona del Manchester United

Un capitano, un goleador, un’icona. Così il Manchester United ha salutato Wayne Rooney che ha annunciato il ritiro dal calcio. I Red Devils lo ricordano per una rovesciata da leggenda nel derby. Ma sono i tifosi dell’Everton che l’hanno ammirato per primo. Aveva sedici anni quando ha debuttato per i Toffees nell’agosto del 2002. Ha segnato il suo primo gol con un gran tiro dalla distanza contro l’Arsenal. Diventò allora, prima di compiere 17 anni, il più giovane marcatore in Premier League.

Dopo un grande Europeo del 2004, è passato al Manchester United per 27 milioni di sterline. In tredici anni con la maglia dei Red Devils, Rooney ha vinto cinque volte la Premier League, la Champions League, la FA Cup e tre Coppe di Lega.

Con l’Inghilterra, ha battuto il record di 49 gol di Sir Bobby Charlton con la maglia dei Tre Leoni. Ne ha realizzati 53 in 120 presenze.

Poi, dopo un ritorno all’Everton e un passaggio in America con il DC United, Rooney è rientrato in Inghilterra al Derby County nel gennaio 2020 inizialmente con il ruolo di allenatore-giocatore.

Leggi anche – Inter, non solo BC Partners: chi è interessato ai nerazzurri, gli scenari

Wayne Rooney, il prossimo incarico

Da questo momento, Rooney diventerà allenatore del Derby County, che deve lottare per salvarsi in Championship. Ha firmato un contratto di due anni e mezzo che di fatto certifica e rende stabile la posizione assunta il 14 novembre come traghettatore dopo l’esonero di Phillip Cocu. Nelle nove partite in cui ha gestito la squadra, ha ottenuto tre vittorie e quattro pareggi.

Rooney si è detto emozionato di sedersi sulla stessa panchina che ha visto brillare figure simbolo del calcio inglese come Brian Clough, che ha portato il Derby ai vertici del calcio anche europeo, o Frank Lampard.

Rooney avrà come assistente Liam Rosenior e potrà godere del supporto come direttore tecnico di Steve McClaren, considerato ai tempi del Middlesbrough uno dei più moderni tecnici in Inghilterra. Scelto come assistente di Sir Alex Ferguson, ha fatto fare un notevole salto di qualità dal punto di vista della complessità tattica al Manchester United.

I Rams dovrebbero cambiare proprietà presto, alla luce dell’accordo tra Mel Morris e il Deventio Holdings Group raggiunto a novembre.

Nelle nove partite con Rooney in panchina, ha spiegato il chief executive Stephen Pearce alla BBC, il Derby ha migliorato il rendimento difensivo con cinque gare chiuse senza subire gol. Inoltre, le brillanti vittorie contro Swansea e Birmingham hanno convinto la dirigenza a dare una possibilità all’ex bomber da record.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *