Piatek, c’è anche la Juve: il possibile piano dei bianconeri

Piatek, il nome nuovo per l’attacco in casa Juventus è una vecchia conoscenza della Serie A, perché l’ex Genoa e Milan potrebbe arrivare alla Continassa: Il piano dei bianconeri.

La Juve vuole un vice-Morata. La ricerca continua perché Pirlo non molla: l’obiettivo per gennaio resta quello, allora la società sta lavorando pur di accontentare il Maestro. La strategia si concentra sui metodi di pagamento, perché i nomi ci sarebbero ma non tutti sono alla portata della Vecchia Signora che, quest’anno, come tanti top club, deve fare attenzione – calibrando bene le operazioni in entrata e in uscita – dato che l’economia non ha premiato (causa Covid e congiuntura) dal punto di vista dei ricavi. Allora conta, innanzitutto, ricavare qualcosa di buono e affidabile dal mercato facendo di necessità virtù. Il nuovo bacino di riferimento sono gli svincolati, in alternativa qualche acquisto con pagamento a lungo termine.

Leggi anche – Inter-Juve, le cinque sfide simbolo della rivalità – VIDEO

Piatek, l’ex Milan può arrivare a Torino: la Juve pensa all’attaccante

Piatek, non solo il Genoa sul polacco (Getty Images)
Piatek, non solo il Genoa sul polacco (Getty Images)

Restano, quindi, i soliti nomi: da Scamacca a Pellè. Si fa avanti, però, anche una valida alternativa: Piatek. L’ex milanista, infatti, attualmente in forza all’Hertha Berlino, vorrebbe cambiare aria e possibilmente rilanciarsi in Italia. La situazione resta da valutare. Il centravanti avrebbe aperto al ritorno al Genoa che, però, sembrerebbe essere ostacolato proprio da Scamacca. Se il ragazzo non trova l’accordo con i bianconeri, resta in Liguria e l’ex Milan non si muove. Quindi la terza strada porterebbe a un eventuale scambio fra Bernardeschi – sempre più ai margini del progetto Juve – e il polacco.

L’ex Fiorentina piace molto a quelli dell’Hertha, la trattativa si potrebbe intavolare: Piatek, alla Vecchia Signora, non direbbe di no. L’unico nodo da sciogliere rimane Bernardeschi che resta in scadenza nel 2022, ma non è detto che gradisca la destinazione tedesca. Tutto è ancora in stallo, la sola certezza è che alla Continassa il casting attaccante continua. La questione è all’ordine del giorno: il primo punto da soddisfare sull’agenda dello Chief Football Officer dei bianconeri Fabio Paratici. A fine mese la Juventus avrà un nome nuovo per il reparto offensivo e la risposta a quei punti interrogativi lasciati, momentaneamente, in sospeso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *