Calciomercato Juve, colpo in difesa ancora possibile: parla l’agente

Il padre e agente di David Alaba ha negato l’accordo trovato con il Real Madrid, lasciando aperte le porte ad altre possibili destinazioni.

Il Real Madrid non avrebbe chiuso l’acquisto di David Alaba. La secca smentita, dopo le voci circolate nella giornata di ieri, annunciata sui principali quotidiani spagnoli, arriva direttamente dal padre e agente del difensore. In esclusiva ai microfoni della “BILD”, ha voluto negare qualsiasi principio d’accordo con i Blancos che, secondo diverse fonti spagnole, avrebbero già fatto firmato un contratto preliminare. Una versione lontanissima dalle parole di George Alaba che afferma la presenza di altre squadre interessate al proprio figlio, nonché assistito.

La sua presa di posizione potrebbe cambiare il futuro di Alaba che sicuramente si libererà a parametro zero dal Bayern Monaco. Al momento questa è l’unica certezza, considerando che non ci sono più stati contatti per il rinnovo di contratto, in scadenza a fine stagione. Il suo futuro però è ancora tutto da scrivere e le altre pretendenti possono considerarsi ancora in corsa. Il dubbio che possano essere soltanto dichiarazioni di circostanza rimane e sta dividendo anche le principali testate giornalistiche. Per esempio “Marca”, la prima a lanciare la bomba di mercato, continua sulla sua linea e conferma l’intesa totale con il Real Madrid.

Ti potrebbe anche interessare – Real Madrid colpo Alaba: cifre e dettagli. Probabile addio a Sergio Ramos

Real Madrid, il padre-agente di Alaba: “Nessuno ha firmato”

Alaba Real Madrid Padre
David Alaba (Getty Images)

Altre fonti invece considerano sincera l’uscita del padre che prospetta negoziazioni con altri club. La squadra di Zidane rimarrebbe favorita, ma ci sarebbe anche la forte candidatura del Liverpool. Più indietro attenzione anche Juventus, PSG, Manchester City e United che restano alla finestra e studiano il possibile inserimento. Il difensore austriaco, un’occasione d’oro a costo zero, è conteso dalle maggiori big d’Europa e la scelta definitiva potrebbe anche slittare tra qualche mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *