Atalanta-Lazio, Gasperini: “Loro nervosi, spesso dietro in classifica”

Atalanta-Lazio finisce 3 a 1 per i biancocelesti, che segna anche il sorpasso in classifica. Al termine della gara ha parlato Giampiero Gasperini, analizzando la sconfitta dei suoi

Gasperini Atalanta-Lazio
Gasperini Atalanta-Lazio

Passo falso per l’Atalanta, che cade in caso contro la Lazio per 3 a 1. Al Gewiss Stadium i biancocelesti hanno vendicato la sconfitta in Coppa Italia di mercoledì scorso e la sconfitta odierna costa anche il sorpasso in classifica da parte di Simone Inzaghi. Le reti di di Marusic, Correa e Muriqi affondano Gasperini e hanno reso inutile il gol di Pasalic.

Al termine del match è intervenuto il tecnico nerazzurro, raggiunto dai microfoni di Dazn. Queste le sue parole: “Il gol iniziale ha condizionato la partita, ma comunque io non sono deluso dalla nostra prestazione. Eravamo riusciti anche a riparli e avevamo l’energia per fare bene. I gol che abbiamo preso sono un po’ balordi, credo che sia una di quelle gare in cui gli episodi non sono andati a nostro favore. Rispetto alla gara di Coppa Italia questa è un’altra partita: lì in 10 abbiamo sbagliato anche un rigore e non abbiamo concesso nulla. Oggi comunque abbiamo creato e nel secondo tempo sul 2 a 1 ci credevamo tutti: avevamo un’energia superiore alla Lazio”.

Leggi anche – Atalanta-Lazio, la sblocca Marusic: l’uomo dei gol lampo

Atalanta-Lazio, Gasperini commenta la sconfitta

Atalanta-Lazio
Atalanta-Lazio Gasperini post partita

SUI SINGOLI – “Abbiamo dovuto modificare il nostro modo di giocare. Hatebor e Gosens sono importanti per noi, ma oggi hanno fatto molto bene anche Maehle e Ruggeri.  Stiamo giocando molto e dobbiamo pensare a questo, le rotazioni sono necessarie. Riproporre la difesa a 4 nelle prossime gare? Dipenderà dai giocatori che avremo a disposizione”.

TENSIONE A FINE GARA – “Nervosismo? Non da parte nostra. Loro arrivavano da tante partite perse contro di noi e finiscono quasi sempre dietro in classifica. C’era anche la gara di Coppa Italia rimasta in sospeso per tutti e per questo è nata questa rivalità. Oggi è andata bene a loro, ma noi siamo fiduciosi per il futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *