Lazio-Bayern, stoccata di Cambiasso: “È come giocare a tennis con Nadal”

Lazio-Bayern termina 4 a 1 per i tedeschi ed ora la qualificazione ai quarti di finale di Champions League diventa un miraggio. Nel post partita Esteban Cambiasso ha analizzato la sconfitta.

Lazio-Bayern Cambiasso
Lazio-Bayern Cambiasso stoccata

Una difficile serata per la Lazio, che crolla in casa contro il Bayern Monaco. Allo Stadio Olimpico l’andata degli ottavi di Champions League termina 4 a 1 per i tedeschi, che mettono in discesa il discorso qualificazione. I diversi errori degli uomini di Simone Inzaghi alla fine hanno fatto la differenza, come confermato anche dallo stesso tecnico nel post partita. Negli studi di Sky gli opinionisti hanno commentato il match dell’Olimpico, analizzando ogni aspetto tecnico e tattico del match. In particolare, Esteban Cambiasso non ci è andato leggero, lanciando una stoccata alla squadra capitolina.

Leggi anche – Lazio-Bayern Monaco: apre Lewandowski, Sané super. Biancocelesti travolti

Lazio-Bayern, Cambiasso analizza la sconfitta

Lazio-Bayern Cambiasso analisi
Lazio-Bayern Cambiasso analisi

Lazio-Bayern è terminata 4 a 1 per i tedeschi, in una gara dominata in lungo e in largo sotto tanti punti di vista. Lewandowski, Musiala, Sané e un autogol di Acerbi regalano la vittoria a Hans Flick. Per i padroni di casa il gol della bandiera lo ha siglato Joaquin Correa, che lascia un barlume di speranza in vista della gara di ritorno del prossimo 17 marzo. Manca comunque un calcio di rigore per la Lazio, negato dopo un contatto più che sospetto tra Milinkovic-Savic e Boateng in area tedesca.

Al termine dei 90′ Esteban Cambiasso ha commentato la sconfitta dei biancocelesti, esprimendo un concetto senza troppi di giri di parole. Questo il suo commento: “Il Bayern Monaco ha fatto giocare la Lazio al limite, forzandola poi all’errore. E’ come giocare a tennis con Rafa Nadal. I tedeschi hanno pressato molto, costringendo poi l’avversario all’errore. I biancocelesti non erano pronti per questo tipo di pressing”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *