Allegri, il gran rifiuto del centrocampista: la confessione sorprende i tifosi

L’allenatore della Juventus Max Allegri ha incassato ben due rifiuti dal giocatore che avrebbe potuto far svoltare il suo centrocampo.

La Juventus che ha scelto Max Allegri, per riprendere da dove aveva lasciato, sembrerebbe averci visto giusto. L’allenatore toscano, rimasto fermo nel periodo in cui si separò dalla Vecchia Signora nel 2019, è ora tornato in sella, ma la situazione non è più la stessa. La sua prima Juventus era già dominatrice incontrastata della Serie A, allestita da Antonio Conte, per poi proseguire la sua scia di successi con lui. La Juventus che ritrova però è diversa, in parte da rifondare, a cominciare dal reparto di centrocampo.

juventus allegri calciotoday 20220506 laPresse
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus. (LaPresse)

Nella storia recente della Juventus è difficile ricordare tante lamentele verso un reparto fondamentale, come quello della linea mediana, da parte dei tifosi bianconeri. Abituati a gente come Pjanic, Marchisio, Vidal e tanti altri (tutti nel momento top della loro forma), oggi non si capacitano del down-grade e sperano che l’estate porti ad un acquisto importante.

Il sogno di tutti è ormai arcinoto, si tratterebbe di un grande ritorno e risponde al nome di Paul Pogba. La strada per il francese però è molto difficile, sebbene la storia recente abbia dimostrato che non esiste colpo di mercato “impossibile” per i bianconeri. Il vero pallino di Allegri però è sempre stato un altro. Inseguito più volte, anche diversi anni fa.

Allegri e il matrimonio che non s’ha da fare, né ora né mai

allegri calciotoday 20220506 LaPresse
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus. (LaPresse)

In effetti ora sarebbe forse troppo tardi. Trattandosi di un giocatore che il meglio probabilmente l’ha già dato. Guardando indietro nel tempo però potremmo definirlo forse il più grande rimpianto per Max Allegri, che le ha provate tutte per averlo a disposizione, non solo alla Juventus, ma anche quando allenava il Milan.

Stiamo parlando di Marek Hamsik, che ha rifiutato il trasferimento alla corte di Allegri per ben due volte. La prima risale appunto ai tempi in cui l’allenatore livornese sedeva sulla panchina rossonera. Qualche anno la musica non è cambiata, perché “Marekiaro“, oggi 34enne che gioca al Trabzonspor, aveva giurato fedeltà al Napoli.