Serie A: Llorente, Sanchez, Mkhitaryan, Rebic e Imbula pronti all’esordio

Questo week-end torna la Serie A dopo la settimana di sosta. Sarà la terza giornata di campionato, la prima a calciomercato chiuso. Le rose infatti sono state definite lo scorso 2 settembre con diversi acquisti importanti anche dall’estero: su tutti, Llorente, Mkhitaryan e Rebic, ma ci sono anche altri big che non hanno ancora fatto il loro debutto.

Da Llorente a Rebic, quanti esordi nella terza giornata di Serie A

  1. Fernando Llorente è arrivato al Napoli con il ruolo di vice Milik, ma è probabile che Carlo Ancelotti lo schieri dal primo minuto domenica contro la Sampdoria. A 34 anni, dopo varie esperienze (fra cui anche alla Juventus in Serie A), è pronto per rilanciarsi in azzurro. Lo scorso anno ha sfiorato la Champions League col Tottenham: protagonista ai quarti e in semifinale, non ha giocato in finale col Liverpool a causa del rientro di Harry Kane. Gli Spurs non hanno rinnovato il contratto e lui è rimasto senza squadra. Dopo aver ricevuto diverse proposte da Italia, Spagna e Inghilterra, alla fine ha scelto il Napoli e Ancelotti.
  2. L’Inter ha riportato in Italia Alexis Sanchez e potrebbe debuttare domenica proprio contro l’Udinese, la squadra che lo ha lanciato nel calcio che conta. In Friuli si è imposto a livelli altissimi, tanto da convincere il Barcellona ad investire su di lui: poi Arsenal e Manchester United. In rotta coi Red Devils, Antonio Conte lo ha richiesto come rinforzo in attacco per affiancare Romelu Lukaku, un altro ex United. Convocato per Cagliari-Inter, adesso è pronto per l’esordio, da capire se dal primo minuto o a partita in corso. Conoscendo Conte, è probabile che lo schiererà nel secondo tempo per confermare la formazione che ha vinto le prime due partite.
  3. Fra i nuovi acquisti Mkhitaryan è fra quelli che suscita maggior interesse. Borussia Dortmund, poi Manchester United e infine Arsenal. A proposito di Sanchez: l’armeno fu utilizzato come pedina di scambio da José Mourinho per prendere il cileno, adesso i due si ritrovano entrambi in Serie A. Stando alle ultime indiscrezioni, col Sassuolo domenica potrebbe giocare dal 1′, ma occhio alle sorprese. Si è presentato oggi in conferenza stampa: “Sono abituato a pensare che vincere è l’unico modo per essere ricordati“, un leader oltre che un grande giocatore.
  4. Un altro ritorno in Italia è quello di Ante Rebic, preso dal Milan dall’Eintracht per rinforzare l’attacco. Difficile pensare che domenica possa scendere in campo dal 1′. Solo domani farà il suo primo allenamento con Marco Giampaolo: visti i precedenti con altri acquisti, l’allenatore non lo schiererà da titolare. Ci sarà probabilmente qualche minuto per lui durante la ripresa. Proprio come Sanchez, anche lui farà il nuovo debutto in Serie A contro una sua ex, l’Hellas Verona, dove ha giocato per sei mesi, da gennaio a giugno, nel 2016. Può dare tanto al nuovo Milan.
  5. Torino-Lecce potrebbe essere anche la prima partita di Giannelli Imbula, preso dai gialloblu per dare quantità ed esperienza al centrocampo di Fabio Liverani. Se ne parlava benissimo ai tempi del Marsiglia, tanto da suscitare l’interesse di diversi club italiani e inglesi. Invece il Porto, a sorpresa, e non è un’esperienza indimenticabile. Nel 2016 lo Stoke City, ma resta su livelli poco entusiasmanti. Va in prestito a Tolosa e Rayo Vallecano, ora il Lecce per un approdo in Serie A ritardato. Certo, in una piazza completamente diversa rispetto a quella auspicata quasi cinque anni fa, ma è la squadra giusta per le sue caratteristiche.

Leggi anche -> https://www.calciotoday.it/2019/09/13/mourinho-sanchez-era-infelice-allinter-sara-diverso/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *